Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Requiem per il caso Regeni

La perdita di credibilitÓ dell'Italia

Rocco Cangelosi 05/09/2017

Requiem per il caso Regeni Requiem per il caso Regeni Le dichiarazioni del ministro Alfano di fronte alle commissioni congiunte di Camera e Senato sul caso Regeni sorprendono per la loro inconsistenza e per la loro ovvietà. In effetti sostenere che le nostre relazioni con l'Egitto sono ineludibili è una constatazione che vale oggi come valeva al momento del ritrovamento del cadavere di Giulio Regeni. Il ritorno di un nostro ambasciatore al Cairo non è giustificato da nessun fatto nuovo o da una svolta significativa nelle indagini, ma dalla consapevolezza che l'abbassamento del livello delle nostre relazioni diplomatiche non aveva prodotto alcun risultato degno di nota. Né poteva essere diversamente perché l'accertamento della verità avrebbe comportato probabilmente il coinvolgimento dei vertici del sistema di sicurezza egiziano e dello stesso Al Sissi.
 
In questi due anni abbiamo dovuto constatare che non c'era alcuna possibilità di scalfire il muro di menzogne e depistaggi frapposto da parte egiziana e abbiamo dovuto arrenderci all'evidenza. D'altra parte il ritiro come l'invio di un Ambasciatore a nulla serve se non è seguito da azioni in grado di incidere sugli interessi del Paese di accreditamento. L'amara verità è dunque che non avevamo strumenti in mano per ottenere soddisfazione alle nostre richieste. Abbiamo cercato sostegno a livello internazionale per esercitare una pressione credibile su Il Cairo, ma la nostra azione è apparsa titubante e condizionata dai nostri interessi economici e geopolitici nell'area mediterranea.
 
Abbiamo dovuto constatare che abbiamo più bisogno noi dell'Egitto che non viceversa e abbiamo presentato la resa delle armi, non so con quanto onore. orniamo in Egitto in una posizione di estrema debolezza perché in politica internazionale nulla è più negativo che perdere il prestigio e la credibilità non facendo seguire alle parole i fatti.
 
Altre sull'argomento
Il derby italo-francese
Il derby italo-francese
Tra protezionismo e competitivitÓ
L'inappuntabile Minniti
L'inappuntabile Minniti
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
L'ex ministro tiene famiglia
L'ex ministro tiene famiglia
Le dimissioni di Costa che orbita verso Berlusconi
I piromani della paura
I piromani della paura
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.