Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Dazi “elettorali” sulle auto cinesi

In vista del rinnovo della Commissione europea

Stefano Micossi 13/06/2024

Dazi “elettorali” sulle auto cinesi Dazi “elettorali” sulle auto cinesi Abbastanza a sorpresa, una Commissione in scadenza ha deciso di applicare nuove tariffe sulle esportazioni verso l’UE di auto elettriche cinesi; le nuove tariffe differenziano tra gruppi automobilistici a seconda del grado di sussidio delle produzioni da parte del governo cinese, dal 17,4% per il gruppo BYD al 38% per il gruppo SAIC e vari altri esportatori. La tariffa si aggiunge alla tariffa generale del 10% già in vigore per tutte le auto di provenienza cinese. La misura è relativamente moderata – rispetto ad esempio al 100% applicato dagli Stati Uniti – e vi sono ancora margini di negoziato prima che le nuove tariffe divengano definitive (in novembre). Il volume di esportazioni annuali coinvolte ammonta a pochi (dieci) miliardi di dollari, destinati ad aumentare. Gli analisti di settore convengono che la misura non riuscirà a frenare molto le esportazioni cinesi.
 
Resta il dubbio sulle possibili ripercussioni più ampie sulle relazioni commerciali con la Cina, che possono essere rilevanti. La decisione ha ottenuto il sostegno di Francia, Italia e Spagna, ma non della Germania e dei maggiori produttori di automobili europei (né i tedeschi, né Stellantis la difendono). È difficile evitare l’impressione che la mossa sia volta a sollecitare il consenso al rinnovo di Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione europea.
Altre sull'argomento
Temperature record e negazionisti del clima
Temperature record e negazionisti del clima
Nella Death Valley in California registrati 54 gradi
La Francia rischia di mettere in crisi l'Europa
La Francia rischia di mettere in crisi l'Europa
Macron ha perso la sua scommessa
Londra-Ue, un legame necessario
Londra-Ue, un legame necessario
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Le caselle della nuova Ue
Le caselle della nuova Ue
Decise da popolari, socialisti e liberali (con il centrodestra ai margini)
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.