Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Riflessioni sul calo demografico

Non si tiene conto degli anziani ancora attivi

Fabrizio Galimberti 04/06/2024

Riflessioni sul calo demografico Riflessioni sul calo demografico L’allarme sul declino demografico in Europa, di cui ha scritto Stefano Micossi su InPiu’, è certamente giustificato: la popolazione in età di lavoro diminuisce, più nel Vecchio (appunto) Continente che altrove. E l’unico rimedio sta nel favorire l’immigrazione, il che, come si sa, incontra ostacoli…Ma bisogna dire che le statistiche devono essere aggiornate a questo proposito. Sia l’Istat che l’Eurostat definiscono un’età di lavoro compresa fra i 15 e i 64 anni. Si tratta di una forchetta immutata da decenni, che risale a quando il lavoro era prevalentemente manuale o impiegatizio. Una forchetta che ignora il fatto che il lavoro è diventato sempre più intellettuale (economia della conoscenza), ignora che l’Inps ha un’età di pensionamento di 67 anni, ignora l’aumento della speranza di vita, ignora che all’allungata speranza di vita si accompagna un numero maggiore di anni in buona salute…
 
 
Non voglio generalizzare un’esperienza personale (ho 82 anni e passa, e lavoro ancora, anche se non con la falce o con il martello…), ma son sicuro che, fra i lettori di “InPiù”, la maggior parte di coloro che hanno più di 64 anni lavora ancora. I dati dell’Istat non forniscono un tasso di occupazione 15-74, quale dovrebbe essere (come minimo), ma ci dicono che nella fascia 65-89 ci sono (IV° trimestre 2023) 757mila occupati. E sono probabilmente molti di più, dato che nelle inchieste un pensionato che si ingegna a fare altro dirà probabilmente che è pensionato e basta. La commissaria europea Dubravka Šuica ha ragione quando afferma che una popolazione che invecchia può essere un vantaggio. Il maggior fattore della ‘fuga dei cervelli’ sta nel fatto che spesso la gente va in pensione prima di quando vorrebbe: “Si tratta di una coorte che possiede conoscenze ed esperienze che non sono facili da rimpiazzare. Abbiamo bisogno di riflettere sulle età di pensionamento obbligatorie, così da assicurare che chi lo voglia possa continuare a contribuire alla società”.
 
Altre sull'argomento
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Giorgia Meloni sarà oggi a Bruxelles per la cena informale dei capi di ...
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Ultima settimana di campagna elettorale, sabato 8 e domenica 9 le ...
Contundente
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Martedì 28 la premier Meloni in visita a Caivano
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.