Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Manovra restrittiva e incerta su crescita e sviluppo

Poche risorse per contratti di sviluppo

Claudio Di Donato 29/11/2022

Manovra restrittiva e incerta su crescita e sviluppo Manovra restrittiva e incerta su crescita e sviluppo Il ministro dell’Economia Giorgetti è riuscito a scardinare il dizionario sinonimi e contrari definendo la manovra 2023 “prudente e coraggiosa”.  Al di là degli aspetti lessicali, la legge di bilancio è stata costruita in pochi giorni, in piena emergenza energetica e con la necessità di sbandierare alcune promesse elettorali, giusto il minimo sindacale. Non è la legge di bilancio che deve offrire una “visione”, al più deve mettere a terra orientamenti di politica economica e industriale, se esistono. Prudente o coraggiosa che sia, la manovra targata Meloni-Giorgetti mostra comunque alcune certezze: le misure di sostegno contro il caro-bollette durano appena tre mesi, e cosa accadrà dal primo aprile è quasi un mistero; su crescita e sviluppo c’è poco o niente.
 
Il rifinanziamento dei contratti di sviluppo ammonta a 160 milioni l’anno (138 richieste nei primi sei mesi per un totale di quasi 2,5 miliardi) e nella migliore delle ipotesi riusciranno solo a scalfire le domande in giacenza. Al tempo stesso, viene più che dimezzato il beneficio per Transizione 4.0, e il rifinanziamento della Nuova Sabatini si ferma a 500 milioni. Nel complesso, su digitalizzazione e transizione green le risorse sono assai modeste e la revisione decisa per decreto del Superbonus, dal 110 al 90%, produrrà un calo degli investimenti ben più vistoso rispetto alle previsioni indicate nella relazione tecnica della manovra. Un enorme punto interrogativo riguarda anche la spesa per investimenti previsti dal cronoprogramma del Pnrr. Il nuovo codice appalti deve ancora vedere la luce ed è difficile immaginare che le stazioni appaltanti digeriscano in poche settimane il nuovo quadro normativo per procedere speditamente nella predisposizione dei bandi. Più che prudente e coraggiosa, la manovra appare restrittiva e incerta.
Altre sull'argomento
La Chiesa che perde l'Europa
La Chiesa che perde l'Europa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Contundente
Contundente
Balcani
Gli scogli di catasto e balneari
Gli scogli di catasto e balneari
Il governo alle prese con due impegni solo apparentemente minori
Quanto durerà il governo
Quanto durerà il governo
Si sprecano le (inutili) previsioni sulla durata del nuovo esecutivo
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.