Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Corsa a ostacoli sul Patto di stabilità

Imminente la proposta della Commissione, ma restano i dubbi tedeschi

Stefano Micossi 08/11/2022

Corsa a ostacoli sul Patto di stabilità  Corsa a ostacoli sul Patto di stabilità Si attende da un momento all’altro la proposta della Commissione europea sulla revisione del Patto di crescita e stabilità (PCS), che fatica a vedere la luce perché manca l’accordo della Germania (e dell’Olanda). Le idee della Commissione sono note e girano attorno all’ipotesi di sostituire il complesso apparato attuale con programmi di rientro tailor made per i paesi più indebitati. L’European Fiscal Board, dal canto suo ha spinto l’idea di una riformulazione delle regole attuali centrata su un obiettivo di debito e un vincolo alla spesa pubblica con esso coerente. Il ministro tedesco delle finanze ha manifestato finora la sua contrarietà al mutamento, con una preferenza per affidarne l’applicazione all’ESM (che già non è molto popolare tra i paesi più indebitati – figurarsi se l’ipotesi tedesca prevalesse).
 
Quel che traspare, in ogni caso, è che la Commissione non ha al momento molto sostegno tra i paesi membri per una revisione delle regole che, semplificandole, ridia loro la credibilità perduta con un rafforzamento della disciplina di bilancio. Una voce influente in Italia, quella di Veronica de Romanis, ha fatto eco a queste perplessità con un pungente articolo sulla Stampa di sabato scorso. La mia impressione è che la guerra in Ucraina, la crisi energetica, l’inflazione e le politiche restrittive della Bce non consentirebbero una discussione spassionata sul PCS. Meglio rinviare a tempi migliori – contando anche sulla prudenza e sul senso di responsabilità del governo italiano per disinnescare questa questione con i suoi comportamenti (la revisione della Nadef pubblicata qualche giorno fa da questo punto di vista promette bene).
 
Altre sull'argomento
La guerra del riciclo o del riuso
La guerra del riciclo o del riuso
Sugli imballaggi una preoccupante inversione di tendenza dell'Europa
Alla ricerca della crescita (potenziale) perduta
Alla ricerca della crescita (potenziale) perduta
Si sta chiudendo il gap con Germania e Francia
Così la Commissione vuol cambiare il Patto di stabilità
Così la Commissione vuol cambiare il Patto di stabilità
Una proposta abile che richiede grande coordinamento con i governi
Giorgetti colpisce il Superbonus con argomenti di fantasia
Giorgetti colpisce il Superbonus con argomenti di fantasia
Difficile dirottare la spesa dagli edifici privati a quelli pubblici
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.