Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La Bce, il freno e l'acceleratore

Prima di aumentare i tassi andrebbero rivisti gli incentivi espansivi

Riccardo Illy 12/09/2022

 La Bce, il freno e l'acceleratore  La Bce, il freno e l'acceleratore L’obiettivo della Bce, che giovedì ha aumentato i tassi dello 0,75%, il maggior aumento dalla nascita dell’euro, è di raffreddare l’economia per far rientrare nel medio termine il tasso di inflazione nella banda obiettivo del 2%. Siccome quest’ultima è causata dall’aumento del costo dell’energia e dall’effetto domino di questo su tutte le produzioni che direttamente o indirettamente ne fanno uso, di aumenti di tassi ne occorreranno ancora diversi; non meno di due e non più di cinque ha dichiarato fumosamente la Presidente Lagarde. La BCE ha però mantenuto gli incentivi TLTRO per le banche, così come i Governi dei paesi europei, certamente di quello italiano, hanno mantenuto gli stimoli allo sviluppo economico; come a esempio i giustamente vituperati (anche per i loro effetti inflattivi) incentivi del 110%. È come se guidando un’automobile e volendo rallentare schiacciassimo il pedale del freno senza togliere il piede dall’acceleratore. Sarebbe molto più logico togliere prima la pressione sull’acceleratore e poi iniziare a frenare, come si fa appunto guidando l’automobile. In un caso raro e complesso come l’attuale di calo dell’offerta dovuto ai costi e alla carenza di certi fattori produttivi e di inflazione indotta dai costi dell’energia un intervento sulla domanda (di beni e di investimenti) avrebbe richiesto un coordinamento fra autorità finanziarie e politiche al fine di rendere coerenti le azioni di stimolo (l’acceleratore) e di raffreddamento (il freno) sull’economia. Così non è stato e a farne le spese sarà appunto l’economia che perderà in crescita (o addirittura decrescita in caso di recessione) più del necessario.
 
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
I cattivi maestri
Perché la Bce non riesce a frenare l'inflazione
Perché la Bce non riesce a frenare l'inflazione
Non c'è coerenza tra politica monetaria restrittiva e politiche ...
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Domenica 2 ottobre si vota in Brasile per la scelta del nuovo ...
Altro parere
Altro parere
La lezione di Stoccolma che la Fed non vuole ascoltare
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.