Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Le banche tra alti tassi e rischio sofferenze

Gli intermediari finanziari nel nuovo scenario economico

Andrea Battista 05/08/2022

Le banche tra alti tassi e rischio sofferenze Le banche tra alti tassi e rischio sofferenze Il cambio di regime di tassi d'interesse è un momento di svolta nella dinamica a medio termine di bilancio e di conto economico delle banche e degli intermediari finanziari in generale. La magnitudo da un lato e dall'altro il ristretto lasso temporale in cui sta avvenendo questo mutamento strutturale nei tassi di interesse internazionali è probabilmente un "unicum". Va distinto il momento dei tassi elevati dalla fase dei tassi crescenti, in cui siamo ora, che è la faticosa strada in salita che porta verso la vetta. Per quanto riguarda le banche, non c'è dubbio che tassi più alti favoriranno margini di interesse più elevati senza deprimere le altre componenti del margine di intermediazione. Non esiste nessun significativo trade off tra i due aggregati (interessi e commissioni), anzi la correlazione potrà essere positiva laddove parte significativa della componente commissionale sia legata a prodotti di risparmio gestito.
 
Certo, l'aumento dei tassi genera minusvalenze patrimoniali e queste possono creare tensioni nel breve periodo. Ma la liquidità degli intermediari è al sicuro, grazie a indicatori molto prudenziali, per cui le minusvalenze in conto capitale saranno tendenzialmente temporanee. Tutto questo salvo ovviamente episodi di crisi di debito pubblico, scenario non prevedibile e che farebbe storia a sé. Ma i titoli delle banche in borsa nel 2022 non se la stanno passando affatto bene. Si tratta allora di un puzzle difficile da comprendere? Il motivo è il timore/aspettativa della famosa "ondata di sofferenze", di cui si parla da quando è scoppiata la pandemia e che ora i timori di recessione acuiscono, anche se finora il credito deteriorato sembra complessivamente sotto controllo. Deve dunque "passare la nottata". La stabilizzazione di tassi e spread a livelli più alti da un lato e dall'altro la ripresa dell'economia dopo questa complessa fase di inflazione e rallentamento potrebbe essere l'attrattivo scenario in fondo al tunnel che le economie occidentali (e non solo) stanno oggi attraversando.
Altre sull'argomento
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Attesa per i dati su Pil e inflazione
Il gioco di prestigio di madame Lagarde
Il gioco di prestigio di madame Lagarde
Sul meccanismo anti spread
Altro parere
Altro parere
Al tavolo siede l'ospite sgradito dell'inflazione
PerchÚ l'euro perde sul dollaro
PerchÚ l'euro perde sul dollaro
La Fed aumenterÓ i tassi pi¨ della Bce
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.