Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Contro le morti sul lavoro c'Ŕ solo la prevenzione

Dal 2010 al 2019 crollati i controlli e le ispezioni

Claudio Di Donato 13/05/2022

Contro le morti sul lavoro c'Ŕ solo la prevenzione Contro le morti sul lavoro c'Ŕ solo la prevenzione Le morti sul lavoro sono uno di quei drammi che alimentano una retorica insopportabile, tanto più davanti alle statistiche degli ultimi 10 anni che mostrano un peggioramento della sicurezza nei luoghi di lavoro. L’Italia evidenzia una delle più alte incidenze di morti per lavoratori impiegati tra i paesi Ue, 2,25 ogni 100mila rispetto a 1,77 medio. In Germania l’incidenza è 0,77, in Gran Bretagna 0,83. Le statistiche non sono l’effetto della casualità, ma la conseguenza di norme e controlli. La legislazione sulla sicurezza sul lavoro è ipertrofica ma non è la principale responsabile. La questione riguarda soprattutto la capacità di prevenzione e su questo fronte l’Italia presenta un bilancio desolante. La creazione dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (Inl) non ha prodotto il cambio di passo atteso, anzi. Il numero di ispettori è sceso del 30% ed i controlli effettuati sono crollati da 250mila del 2010 a 159mila del 2019.
 
C’è anche una questione di qualità delle ispezioni che riguardano sicurezza sul posto di lavoro, evasione contributiva e rispetto delle norme sul lavoro che prima erano rigidamente divise tra Inail, Inps e Ministero del lavoro. Oggi si avverte la mancanza di un coordinamento che l’Ispettorato doveva assicurare, in netta controtendenza rispetto alle principali economie che tendono alla specializzazione delle competenze ispettive. Infine l’Ispettorato nazionale doveva avere natura temporanea ma in Italia non c’è nulla di più definitivo del transitorio.
 
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Un'idea di via d'uscita
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.