Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Se il governo fa l'ufficio studi

I “monitoraggi” sulle spiagge dopo quelli sul catasto

L'Irriverente 08/11/2021

Se il governo fa l'ufficio studi Se il governo fa l'ufficio studi Può darsi che Mario Draghi, assediato dalle richieste esose dei partiti e tampinato da stalker come Salvini che vogliono incontrarlo un giorno sì e l’altro anche, stia maturando una forte nostalgia per le atmosfere ovattate degli uffici studi di Bce e Bankitalia, tutti numeri, grafici e modelli econometrici. Forse per questo sta trasformando il governo in un grande ufficio studi. Ha deciso di lasciar fuori le concessioni balneari dal Ddl Concorrenza, ma ha chiesto ai ministri di effettuare un “monitoraggio”, cioè uno studio, per sapere tutto sulle 13 mila concessioni balneari e forse su tutte le 24 mila concessioni demaniali. La stessa cosa è accaduta sul catasto: nella legge sulla delega fiscale il governo non ha inserito la revisione delle tasse catastali, ma solo il “monitoraggio” della situazione.
 
Forse Draghi spera nella virtù salvifica della trasparenza. Spera che quando scopriremo che lo stabilimento balneare dove spendiamo centinaia di euro per pochi giorni di ombrellone e lettino paga solo una percentuale ridicola del suo fatturato (per tutte le 13 mila concessioni balneari ha lo Stato incassa solo 115 milioni l’anno); o quando scopriremo che una vecchia casa ristrutturata in centro ha una rendita catastale inferiore a un alloggio recente in periferia, saremo noi cittadini a chiedere a furor di popolo ai partiti di smettere di proteggere i balneari e i ricchi proprietari di case. Ma non pensiamo che finirà così. Se Draghi non decide, è quasi impossibile che lo facciamo noi cittadini, abbagliati dallo slogan populista “meno tasse (e più concessioni) per tutti”.
 
Altre sull'argomento
Pazza idea: Draghi al Colle, Mattarella a Chigi
Pazza idea: Draghi al Colle, Mattarella a Chigi
Una soluzione “estrema“ che potrebbe mettere tutti d'accordo
Il rischio del derby Quirinale
Il rischio del derby Quirinale
Domani ci potrebbe essere la gara tra due candidati contrapposti
Altro parere
Altro parere
La fotografia senza sconti del Pnnr
L'intesa che serve
L'intesa che serve
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.