Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Evitare l'inflazione di modifiche tributarie

Deve essere uno degli obbiettivi della riforma del fisco

Stefano Micossi 06/10/2021

Evitare l'inflazione di modifiche tributarie Evitare l'inflazione di modifiche tributarie Con l’approvazione in Cdm della legge di delega fiscale inizia un lungo cammino che può finalmente mettere ordine in un sistema fiscale invecchiato male, pieno di inutili complicazioni e opacità, iniquità, arbitrarietà dei trattamenti per la moltiplicazione delle regole speciali. C’è un aspetto, al riguardo, non sempre sufficientemente riconosciuto nella discussione pubblica, ma che la delega consente di affrontare. Il nostro sistema viola sistematicamente lo Statuto dei Contribuenti: ogni anno, in occasione della legge di bilancio, e in corso d’anno per le modifiche interpretative adottate dall’Agenzia delle entrate per soddisfare gli obbiettivi di gettito implicitamente assegnati dal governo.
 
Il primo fenomeno richiede un impegno politico solenne e formale di Parlamento e governo, consolidato in qualche norma di rango superiore, a non intervenire ogni anno con decine e centinaia di modifiche delle regole fiscali, spesso motivate da interessi molto particolari di cui i parlamentari si fanno portatori. Il secondo fenomeno richiede che l’Agenzia delle entrate torni ad essere lo strumento della buona applicazione della legge; dunque, che non le si richieda di trovare risorse addizionali stiracchiando la normativa e, inevitabilmente, aggravando i carichi fiscali di chi le imposte già le paga correttamente.
Altre sull'argomento
Salvini strappa sulle tasse
Salvini strappa sulle tasse
I suoi ministri non si presentano in Cdm a votare la delega fiscale
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.