Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Rimbalzo o non rimbalzo

... questo è il problema

L'Irriverente 12/07/2021

Uno stabilimento siderurgico Uno stabilimento siderurgico Con le buone notizie certo non si scherza. La rapida ripresa della nostra economia, il ripristinato clima di fiducia delle imprese e delle famiglie vanno adeguatamente comunicati amplificandone, se possibile, la portata. Dopo un periodo difficile, il mood, il sentire comune, è un fattore decisivo per attivare le energie sociali. Bisogna, tuttavia, evitare che un messaggio al limite dell'enfatico possa trasformarsi in un boomerang, con impatti negativi su una ripresa strutturale. Tutte le istituzioni più affidabili accreditano di un 5% la crescita del nostro Pil per il 2021. Non si tratta solo di stabilire se è un semplice momentaneo rimbalzo, dopo il crollo del 9% nel 2020, o una tendenza di lungo periodo. Maneggiando le percentuali si rischia di azzardare paralleli un po' forzati. Il tasso di crescita ricorda come numero quelli della ricostruzione e del miracolo economico. Ma in quel caso, si trattava di un andamento in costante crescita, per cui il 4-5% si aggiungeva a un Pil aumentato anno dopo anno.
 
Non è, purtroppo, la situazione attuale. Nel 2020 il Pil italiano è diminuito di 146 miliardi rispetto l'anno precedente, nel 2021 ne recupereremo la metà e sperabilmente nel 2022 ritorneremo al via, ovvero ai livelli del 2019, ancora sotto di circa il 3%, secondo Bankitalia, rispetto al 2007. E' facile comprendere da questi semplici calcoli che la vera partita ce la giochiamo con il Pnrr, che può trasformare un rimbalzo in un canestro da tre punti. Fondamentale rincuorare, rassicurare e alimentare la fiducia. Ma un eccesso di trionfalismo sembra ingiustificato e soprattutto rischia di indebolire la tensione verso l'impegno e la responsabilità di tutti. Che fu la vera chiave del miracolo italiano.
Altre sull'argomento
La trappola del caro energia
La trappola del caro energia
Dal punto di vista economico è dannoso contenere gli aumenti
Non sorprende la crescita dei contratti a termine
Non sorprende la crescita dei contratti a termine
La ripresa occupazionale si è concentrata sinora nei servizi e nelle Pmi
 Le imprese, i partiti e il “momento magico”
Le imprese, i partiti e il “momento magico”
Come proiettare nel futuro l'attuale positiva situazione del Paese
L'importanza dell'ovvio
L'importanza dell'ovvio
La rilevanza delle variabili “pro capite”
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.