Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Arriva la carbon tax sulle importazioni extra Ue

La bozza della Commissione e i rischi di eccessivi adempimenti burocratici

Stefano Micossi 06/07/2021

Arriva la carbon tax sulle importazioni extra Ue Arriva la carbon tax sulle importazioni extra Ue Circola una bozza della proposta che la Commissione si appresta a presentare di una Carbon Border Adjustment Mechanism (CABM). Una descrizione è contenuta in un recente Policy Brief del Center for European Reform (CER) preparata da Elisabetta Cornaghi e Sam Lowe. La lista dei settori colpiti include l’elettricità, l’acciaio, il ferro, il cemento, l’alluminio e alcuni fertilizzanti. La lista non appare troppo estesa, sono (per ora) rimasti fuori i prodotti chimici, la carta, le ceramiche, che potrebbero essere aggiunti in futuro. Le importazioni saranno assoggettate a una tassa carbon-related commisurata a costo sopportato dai produttori domestici in base al sistema già in vigore di Emission trading (ETS). Sarebbero dunque esclusi dalla tassa i paesi che già aderiscono al sistema europeo degli ETS (come la Svizzera) o applicano analoghi metodi di tassazione delle emissioni.
 
Il diavolo, come sempre, sta nei dettagli, che rischiano di comportare pesanti adempimenti e costi burocratici. Infatti, competerà all’importatore di fornire adeguata certificazione sul contenuto di CO2 delle importazioni, ottenuta da fonte indipendente ed estesa all’intera filiera produttiva. L’unica alternativa sul tavolo è quella di prolungare il sistema transitorio basato sull’onere imposto ad analoghi prodotti di origine interna. Il problema è che, naturalmente, diverse giurisdizioni possono usare metodi diversi per penalizzare le emissioni di CO2, che non è molto facile tradurre in prezzi impliciti comparabili. La capacità delle imprese, soprattutto di piccole dimensioni, di gestire i complessi oneri di certificazione, non è scontata. Tanto che la Commissione starebbe studiando la possibilità di creare una nuova classe di intermediari capaci di gestire al loro posto tali adempimenti.
 
Altre sull'argomento
Le vere libertà e i falsi miti
Le vere libertà e i falsi miti
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Stato dell'Unione con poca strategia
Stato dell'Unione con poca strategia
Il discorso della Von der Leyen con alcune significative omissioni
Altro parere
Altro parere
La politica Ue sull'energia crea povertà
Moderati (a volte) si diventa
Moderati (a volte) si diventa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.