Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Alitalia primo test di politica industriale per Super Mario

Negli ultimi tre anni la compagnia ha drenato 4,5 miliardi di fondi pubblici

Claudio Di Donato 25/02/2021

Alitalia primo test di politica industriale per Super Mario Alitalia primo test di politica industriale per Super Mario Osservando i numeri della nuova Alitalia, l’offerta che formulò Lufthansa due anni fa era generosa. È vero però che la pandemia ha provocato il blackout del trasporto aereo acuendo la crisi industriale con la quale l’ex compagnia di bandiera convive da decenni. Da molto, troppo, tempo si annuncia che l’Alitalia è a un bivio trovando poi strumenti e soluzioni ponte che hanno l’unico effetto di essere costose. Negli ultimi 3 anni Alitalia ha drenato circa 4,5 miliardi dallo Stato tra prestiti nominalmente onerosi e ricapitalizzazioni sull’assunto del valore dell’italianità senza affrontare i nodi storici. La compagnia vola con costi per posto/Km allineati a quelli dei competitor tradizionali, il vero e ampio gap emerge alla voce ricavi dove struttura dell’offerta e dimensioni non permettono all’Alitalia di avvicinare Lufthansa e le altre.
 
La politica di tagli e ridimensionamenti è perdente per definizione. La scomparsa dal lungo raggio, la mancanza di risorse operative per aprire nuovi collegamenti che generano nuova domanda sono i tratti caratteristici dell’Alitalia da oltre un quarto di secolo. Per il nuovo governo è una sfida impegnativa se la rotta verrà disegnata sulle parole scandite qualche mese fa da Mario Draghi (“distinguere tra debito cattivo e debito buono”). Nessuno tifa per la chiusura di Alitalia in via di principio ma l’esecutivo e la composita maggioranza che lo sostiene dovranno superare gli slogan e spiegare al Paese le ragioni e i benefici di un’operazione di rilancio considerando che la normalizzazione del trasporto aereo richiederà non meno di tre anni. Forse siamo arrivati veramente al bivio.
Altre sull'argomento
 L'attacco di Draghi a Erdogan, chiarezza e realpolitik
L'attacco di Draghi a Erdogan, chiarezza e realpolitik
Non è stata una gaffe, ma il tentativo di riequilibrare la politica ...
Risalire la china (senza liti)
Risalire la china (senza liti)
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Un'uscita faticosa
Un'uscita faticosa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Contundente
Contundente
Dittatore
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.