Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Come uscire dall'emergenza

Rischi di dissesti e licenziamenti da fronteggiare col Ngeu

Sergio De Nardis 02/12/2020

Come uscire dall'emergenza Come uscire dall'emergenza Vi sono forti timori che quando verranno meno le misure di emergenza che hanno congelato il sistema economico nel periodo della pandemia si dovrà fare i conti con diffusi dissesti finanziari, imprese sovra-indebitate, chiusura del rubinetto del credito, fallimenti, ricapitalizzazioni con aiuti statali. Data la dimensione dell'intervento pubblico che dovrà essere ritirato, il rischio indubbiamente c’è. Tuttavia bisogna anche considerare che la crisi Covid non si è abbattuta su operatori finanziariamente fragili. Tutt’altro. Le imprese sono entrate in recessione in condizioni patrimoniali mai così solide, le famiglie hanno addirittura accresciuto la loro ricchezza nell’epidemia risparmiando molto, per forza o timore. Certo, tutto ciò in aggregato. La dispersione nell’economia è indubbiamente aumentata. Ma su questa occorrerà intervenire, non sull’insieme. Quando la marea della pandemia si sarà ritirata, le molte imprese strutturalmente sane potranno ripartire.
 
Piuttosto la preoccupazione della fase di ripresa dovrà essere quella di rimettere gradualmente in moto i processi di selezione che, sotto i colpi di due recessioni, avevano funzionato nel passato decennio nel sostenere i miglioramenti di efficienza e nel dar luogo alle riorganizzazioni finanziarie. Il che implicherà bancarotte e perdite di lavoro soprattutto presumibilmente tra le micro-imprese, ma si accompagnerà anche all’espansione e all'ingresso di unità più produttive nelle attività che risulteranno “premiate” nell’era post-Covid. Ciò che non ha consentito di cogliere a pieno i frutti delle ristrutturazioni dello scorso decennio è stata la debole espansione degli sbocchi di mercato per cronica insufficienza di domanda, per cui l'effetto netto di tali processi sul mercato del lavoro non è stato positivo. Da questo punto di vista, il programma Ngeu può costituire un vero game-changer in Europa e in Italia, a condizione che si sia in grado di prendervi parte con lungimiranza e piena efficacia.
Altre sull'argomento
Contundente
Contundente
Vaccini
Piano ambiente con molte lacune
Piano ambiente con molte lacune
Alla “rivoluzione verde” del Recovery Plan (PNRR) destinati 68,9 ...
Le 47 “scatole” del PNRR
Le 47 “scatole” del PNRR
Due decisioni per evitare erogazioni a pioggia che non raggiungano ...
L'aumento dei risparmi carburante per la ripresa
L'aumento dei risparmi carburante per la ripresa
Nel 2020 la ricchezza finanziaria delle famiglie in crescita di 60 ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.