Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Su Whirlpool il Governo non faccia il cavaliere bianco

Il ruolo dell'industria resta determinante per l'economia

Claudio Di Donato 11/11/2020

Su Whirlpool il Governo non faccia il cavaliere bianco Su Whirlpool il Governo non faccia il cavaliere bianco Anche se viviamo nell’era digitale e il settore dei servizi pesa sempre più su pil e occupazione, se manca l’industria non c’è crescita, a conferma della stretta correlazione tra produzione industriale e prodotto interno lordo che osserviamo da oltre un decennio. Tale evidenza dovrebbe rappresentare la premessa tutte le volte che si apre una crisi industriale di dimensioni rilevanti come nel caso della Whirlpool in Italia. La proprietà ha annunciato da tempo la chiusura dello stabilimento di Napoli, ma la risposta della politica ha riproposto un film già visto troppe volte nel recente passato. Cercare di guadagnare tempo con soluzioni parziali e assistenziali trascurando altre opzioni di politica industriale. Senza dubbio l’emergenza Covid rende più complesse e meno praticabili le soluzioni orientate a riconversioni industriali. Ma nel caso Whirlpool è stato un errore aver scartato da subito l’alternativa di orientare il sito napoletano alla produzione di strutture refrigeranti. Si è preferito puntare sul rispetto di un piano scritto nel 2018 che appartiene ormai alla preistoria e sull’assicurazione di misure tampone come sgravi fiscali e decontribuzione.
 
Dopo l’ex-Ilva, lo stabilimento napoletano della Whirlpool è diventata la vertenza simbolo del sistema industriale nazionale con tutti i rischi annessi. Il Governo deve dismettere gli abiti del cavaliere bianco che riesce laddove il mercato fallisce e iniziare a cercare risposte alla difficile ma ineludibile domanda: cosa occorre per fare industria in Italia?
 
Altre sull'argomento
La nostra anarchia di Stato
La nostra anarchia di Stato
Sintesi degli editoriali dei principali editoriali
Tutto ci˛ che serve
Tutto ci˛ che serve
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
La lezione della crisi secondo Ambrosetti
La lezione della crisi secondo Ambrosetti
Innovazioni ôverdiö per guidare la ripresa
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.