Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La coda avvelenata dei bassi tassi sul debito

Rendimenti sui titoli e spread in calo ma attenti al livello raggiunto

Stefano Micossi 15/10/2020

La sede del Ministero dell'Economia La sede del Ministero dell'Economia Il Tesoro ha collocato i suoi titoli triennali senza coupon (nessun pagamento d'interesse) a un leggero premio sul valore facciale, implicando un rendimento negativo dello 0,14%. I titoli a 7 anni, con cedola allo 0,95%, sono stati collocati a un prezzo di 104,16, implicando un rendimento dello 0,34%. I titoli a trent'anni, con cedola al 2,45%, sono stati collocati a un prezzo di 0,34%, assicurando un rendimento lordo dell'1,48%. Il rendimento sui Btp decennali è sceso allo 0,90% e lo spread sul bund tedesco è appena sopra 120. Si conferma che agli investitori dei fondamentali economici dei paesi non gliene importa niente, né gli importa di sapere che il nostro rapporto debito/Pil si avvia a superare il 160% (lo dice il Fondo monetario internazionale; il governo dice 158, ma siamo lì).
 
Quel che vogliono sapere è se la Bce continuerà a comperare i nostri titoli e se la garanzia di fatto dell'Europa sui nostri debiti assicurata dal Recovery Fund arriverà. Comperano i titoli sovrani più pericolosi che ci sono in giro, perché sono quelli più redditizi, e facendolo ne abbassano il rendimento. Sembra una buona notizia, e nei fatti lo è, ma porta con sé una coda avvelenata: il pericolo che la nostra smagliante classe politica abbandoni ogni preoccupazione per il livello raggiunto dal debito pubblico e, peggio, che getti i soldi del Recovery Fund alle ortiche, soddisfacendo le richieste più assurde dell'elettorato, ma non smuovendo di un millimetro la produttività futura. Su questa strada, si preparerebbe un default argentino.
Altre sull'argomento
Nadef e riforma fiscale
Nadef e riforma fiscale
Il rischio di ridurre le entrate proprio mentre la spesa corrente Ŕ ...
Una Nadef cauta e ambiziosa
Una Nadef cauta e ambiziosa
Lo slalom tra fondi del Recovery Plan e necessitÓ di contenere il debito
La Nadef e gli interrogativi sul Recovery Plan
La Nadef e gli interrogativi sul Recovery Plan
La velocitÓ di uscita dalla crisi Covid dipenderÓ da quali e quanti ...
La trappola del debito pubblico
La trappola del debito pubblico
In luglio Ŕ aumentato a 2560 miliardi contro un Pil di 1600
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.