Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il ritorno dei metalmeccanici

Lo scontro sul rinnovo del contratto di lavoro

Innocenzo Cipolletta 12/10/2020

Una manifestazione dei metalmeccanici Una manifestazione dei metalmeccanici Il ritorno dello sciopero dei lavoratori metalmeccanici potrebbe essere salutato come un positivo ritorno alla normalità, dato il clima di anormalità derivante dalla pandemia. Ed in effetti è un bene che la dinamica sociale non si arresti anche di fronte a eventi eccezionali come la pandemia che ha toccato la società come ha toccato l'economia. E ci sono effettivamente le ragioni per auspicare aumenti dei salari, dato che in Italia sono fra i più bassi della maggior parte dei paesi europei. Ma la ragione del basso livello dei salari deriva, in parte non marginale, proprio dalla natura collettiva e nazionale dei contratti di lavoro.
 
Sempre più le imprese dipendono da quello che riescono a realizzare singolarmente, più che dalle dinamiche settoriali che da anni sono basse. Ecco allora che, attenersi alle dinamiche settoriali, non può che mantenere bassi i salari di tutti. In queste condizioni, chiedere detassazione per consentire aumenti salariali maggiori sarebbe un'ingiustizia nei confronti di tutti coloro che pagano tasse e contributi. La via, invece, è quella di tutti gli altri paesi: portare la contrattazione salariale a livello aziendale dove si possono scambiare più facilmente salari con aumenti di produttività.
Altre sull'argomento
 Contratti aziendali: che sia la volta buona?
Contratti aziendali: che sia la volta buona?
Un'innovazione concordata giÓ nel 2011 che stenta a diventare realtÓ
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.