Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il paradosso Recovery Fund-Mes

Speriamo nel Fondo che avrà rigide condizionalità e non vogliamo il prestito sanitario senza condizioni

Stefano Micossi 13/07/2020

Il paradosso Recovery Fund-Mes Il paradosso Recovery Fund-Mes Angela Merkel sta cercando di accelerare la conclusione del negoziato su Next Generation Eu e il nuovo Recovery Fund, al momento visto dal nostro governo e dalla maggioranza che lo sostiene come una via d’uscita dall’angosciosa discussione sull’utilizzo del Mes (36 miliardi pronti subito, ma il M5S non vuole prenderli, non si sa bene perché). Ma il negoziato che si sta sviluppando nella ricerca di un compromesso non è proprio tranquillizzante per noi. Sta diventando chiaro che il negoziato riguarda molto più la governance delle decisioni e il collegamento delle decisioni con le politiche nazionali di riforma che non l’ammontare dei fondi e la loro ripartizione tra ‘doni’ e prestiti.
 
A quanto traspare, gli olandesi chiedono che l’esborso dei fondi sia deciso con le regole che oggi presiedono al Mes, cioè in sostanza dai governi nel Consiglio dell’Unione, con potere di veto di ogni membro – e forse addirittura con il parere di ogni parlamento nazionale. La Commissione aveva ipotizzato che le proposte venissero dalla Commissione e che il Consiglio decidesse a maggioranza qualificata (pur sempre 15 paesi su 27 per il 60% della popolazione). Inoltre, cresce la domanda di rigorose condizioni di politica economica per l’erogazione dei fondi da parte di tutti i paesi ‘del Nord’. Siamo al paradosso. L’Italia si batte per avere non prima di un anno fondi che saranno disponibili con severe condizioni, non solo sulla qualità dei progetti, e respinge i fondi subito disponibili senza condizioni. Elementare, avrebbe detto Sherlock Holmes al dottor Watson.
Altre sull'argomento
Promemoria per la ripresa
Promemoria per la ripresa
A settembre dovremo correre per rispettare la tabella di marcia europea
Si gioca a Ischia
Si gioca a Ischia
...L'ultima scommessa di Angela
La calda estate dell'America
La calda estate dell'America
Tutto va a rotoli, forse anche Trump
Le incognite sul Pil e sul rimbalzo di consumi e crescita
Le incognite sul Pil e sul rimbalzo di consumi e crescita
Ma finché non sarà risolta la crisi sanitaria tutte le previsioni ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.