Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Covid-19 e diseguaglianze

Il nostro sistema sanitario ha retto allo stress test

Giampaolo Galli 06/07/2020

Covid-19 e diseguaglianze Covid-19 e diseguaglianze  
Nel commentare il rapporto annuale dell’Istat, la stampa ha dato notevole rilievo alla “notizia” secondo il cui il Covid-19 avrebbe colpito più duramente le classi meno abbienti. L’intuizione a sostegno di questo risultato è molto semplice: i ceti meno abbienti, misurati dall’Istat sulla base del livello di istruzione, sono maggiormente affetti da alcune malattie che potrebbero aumentare il rischio di contrarre il Covid-19 e fanno lavori manuali che non si prestano allo smart-working. Nulla dunque di sorprendente. Ciò che invece è sorprendente è che questa realtà non emerge leggendo i numeri prodotti dall’Istat. Ciò che emerge dai numeri Istat (e anche da una lettura molto attenta del testo e delle note) è che l’epidemia ha colpito in modo diseguale solo le donne e solo nelle sole aree ad alta intensità dell’epidemia. Attenzione però: nel complesso la diseguaglianza nella mortalità fra le donne è più bassa che fra gli uomini e le donne sono state colpite dal Covid-19 meno degli uomini.
 
Il rapporto evidenzia l’aumento di RM (rapporto di mortalità standardizzato fra individui con livello di istruzione bassa e quelli con livello alto) nel marzo 2020 rispetto a un anno prima per gli individui nella fascia di età 65-79 residenti nelle aree ad alta intensità dell’epidemia, ma andrebbe sottolineato che il RM rimane sostanzialmente uguale nelle due fasce di età contigue a questa (35-64 e oltre 80), e diminuisce o rimane quasi uguale nelle zone a bassa intensità dell’epidemia. Non così per le donne, per le quali si registrano sostanziosi aumenti in tutte le fasce di età, ma solo nelle aree ad alta intensità dell’epidemia.
 
Nel testo del rapporto si cita la variazione del valore medio nazionale di RM per uomini e donne, ma non si citano gli errori standard che sono essenziali per capire se la differenza fra due medie è significativa. Forse non si vuole dire che questi risultati rappresentano un discreto successo per il formidabile stress test cui è stato sottoposto il nostro sistema sanitario? Oppure non fa notizia sapere che, nel complesso, ricchi e poveri sono stati trattati nello stesso modo?
Altre sull'argomento
 Il “gamble” di Trump con il vaccino anti Covid
Il “gamble” di Trump con il vaccino anti Covid
Due società finanziate per raggiungere il risultato prima delle ...
Investimenti energetici e ferie dei regionali siciliani
Investimenti energetici e ferie dei regionali siciliani
Due facce dell'Italia in vista dell'utilizzo del Recovery Fund
In funzione i superbonus edilizi
In funzione i superbonus edilizi
…cresce l'interesse di famiglie e operatori
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Oggi l'inaugurazione del nuovo Ponte Genova-San Giorgio
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.