Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Ma noi l'Iva la dovremmo aumentare

Dopo l'emergenza, per poter ridurre le tasse su lavoro e produzione

Giampaolo Galli 26/06/2020

Ma noi l'Iva la dovremmo aumentare Ma noi l'Iva la dovremmo aumentare In astratto, l’idea di ridurre temporaneamente l’Iva può anche sembrare ragionevole. Lo sta facendo la Germania, perché non potrebbe farlo l’Italia? In concreto, è un’idea sbagliata per due ragioni. La prima è che è poco credibile che l’aumento sia temporaneo; come noto, in Italia non c’è niente di più definitivo del provvisorio. È facile immaginare le proteste dei settori interessati alla fine del periodo transitorio: diranno che il riaumento è per loro una disgrazia e questo metterebbe in serie difficoltà il governo, quale che sia.  Il secondo motivo per cui non sarebbe una buona idea è che da anni la Commissione Europea e tutte le organizzazioni internazionali ci dicono che dobbiamo spostare il peso del fisco da lavoro e imprese verso consumi e patrimonio, perché l’attuale sistema fiscale penalizza proprio che lavora e chi fa impresa, un’assurdità che contribuisce a spiegare il gap italiano in termini di crescita.
 
Ciò significa che non ora, ma dopo la crisi, l’Iva la dovremo aumentare non diminuire. Che fare dunque con la montagna di soldi che dovrebbero arrivare dall’Europa con il piano NextGenerationEU? Probabilmente le cose migliori da fare sono proprio quelle che ci chiede la Commissione: investimenti, in particolare per la digitalizzazione e per la transizione energetica. Questi sono i veri traini della crescita nei prossimi anni, ma progettare investimenti, pubblici e privati, è molto più difficile che ridurre una tassa. 
Altre sull'argomento
Come uscire dalla spirale cig-blocco licenziamenti
Come uscire dalla spirale cig-blocco licenziamenti
Varare da subito un sistema di indennità di disoccupazione e ...
Il Pil langue e la criminalità emette bond
Il Pil langue e la criminalità emette bond
Il caso dell'emissione di obbligazioni da parte di società legate alla ...
Pil, le stime peggiorano (per il passato)
Pil, le stime peggiorano (per il passato)
Le previsioni sul futuro della crescita restano sostanzialmente confermate
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.