Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Quel che manca alla Bce

La cacofonia sugli interventi ha spinto lo spread a 300 punti

Stefano Micossi 18/03/2020

 Quel che manca alla Bce Quel che manca alla Bce La disastrosa conferenza stampa della signora Lagarde ha nascosto inizialmente la massiccia iniezione di liquidità effettuata dalla BCE, che per giunta verrà resa disponibile a condizioni straordinariamente vantaggiose. Quel che continua a mancare, rispetto alla Federal Reserve americana, sono gli interventi diretti in acquisto di titoli: che nel caso americano comprendono 700 miliardi di acquisto diretto di titoli, l’ampliamento straordinario degli strumenti utilizzabili dalle banche come collaterale presso la Fed, e ora anche l’estensione dei titoli utilizzabili dai primary dealers in titoli di Stato anche a obbligazioni municipali e azioni e obbligazioni ad alto rating delle società private.  
 
Dopo la strampalata dichiarazione di Lagarde secondo cui la BCE “non era là per ridurre gli spread”, il capo economista del Board, Philip Lane, ha chiarito che la BCE era pronta a intervenire per impedire la frammentazione dei mercati finanziari e il meccanismo di trasmissione della politica monetaria. Il governatore Visco ha aggiunto in una intervista che la BCE è pronta ad acquistare titoli in proporzioni diverse dalla chiave di ripartizione proporzionale prevista per il programma APP. È seguita la solita cacofonia contraria tedesca. Il risultato è che lo spread sui titoli italiani a dieci anni è salito oltre il 300 punti base e il rendimento a dieci anni sfiora il 3%. Cara BCE, non è giunto il tempo di fare seguire le parole ai fatti, prima di spingere l’Italia contro il muro, intervenendo a fermare l’ondata di vendite prima che si instauri un clima di panico?
 
Altre sull'argomento
Illusioni e realtà
Illusioni e realtà
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
Il virus non è il capitalismo
Garanzie sui prestiti troppo ridotte
Garanzie sui prestiti troppo ridotte
Rischiamo di non poter utilizzare appieno le opportunità della Bce
Le banche centrali acquistino i titoli di Stato
Le banche centrali acquistino i titoli di Stato
Se questo genererà inflazione, sapremo poi come affrontarla
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.