Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Fisco, equità orizzontale in frantumi

Il taglio del cuneo dilata le differenze tra le diverse categorie di contribuenti

Claudio Di Donato 21/02/2020

Fisco, equità orizzontale in frantumi Fisco, equità orizzontale in frantumi Il ministro dell’Economia Gualtieri è un fermo sostenitore della progressività delle imposte che ispirerà l’annunciata riforma dell’Irpef. E un pezzo del ridisegno della tassazione sulle persone fisiche è rappresentato dal recente taglio del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti attraverso il potenziamento dello strumento, tanto criticato, del bonus 80 euro del governo Renzi. Nella disputa ideologica tra flat tax e progressività fiscale si assiste a una disarticolazione dell’impalcatura del sistema tributario. La vittima principale è l’equità orizzontale, che dovrebbe rappresentare la pietra angolare del fisco: tassare allo stesso modo tutti i redditi di qualsiasi fonte. L’intervento sul cuneo, invece, amplifica le differenze tra categorie di contribuenti, in particolare sulle fasce basse e medio basse grazie al meccanismo delle detrazioni.
 
Secondo la Cgil, con il taglio del cuneo la no tax area per i lavoratori dipendenti sale a oltre 12mila euro. Secondo un'analisi della Cna il lavoratore dipendente non pagherà Irpef fino a 15mila euro di reddito. In ogni caso, si tratta di livelli ben superiori agli 8mila euro per un pensionato e ai 4.800 euro per un' impresa individuale in contabilità semplificata, mentre il lavoro autonomo in contabilità ordinaria non beneficia della no tax area. Assenza di stabilità delle norme, interventi su specifiche nicchie di contribuenti hanno prodotto negli anni un sistema fortemente iniquo. Uniformare ad esempio la no tax area sarebbe la risposta adeguata, ma sarebbero necessarie risorse che non sono nella disponibilità del Governo, tenendo presente che il taglio del cuneo, unito al bonus 80 euro, costano circa 16 miliardi l’anno. Ma senza equità tra redditi uguali di contribuenti diversi parlare di riforma dell’Irpef non ha molto senso.
Altre sull'argomento
Il Def al tempo del coronavirus
Il Def al tempo del coronavirus
Il governo dovrebbe presentarlo entro la settimana
 L'emergenza sarà lunga, come affrontarla
L'emergenza sarà lunga, come affrontarla
Riorganizzare le economie per far fronte ai bisogni sanitari
Contundente
Contundente
Elezioni
Trappola maghrebina per Conte
Trappola maghrebina per Conte
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.