Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Possibili effetti a catena della flessione industriale

SarÓ difficile mantenere gli obbiettivi di crescita per quest'anno

Andrea Boitani 13/01/2020

Possibili effetti a catena della flessione industriale Possibili effetti a catena della flessione industriale Nei primi 11 mesi 2019 la produzione industriale italiana ha subito una flessione del’1,1%. Il 2019 dunque si concluderà in negativo. Almeno per trascinamento, ciò porterà a un contributo negativo alla crescita del Pil nel 2020, sebbene l’industria rappresenti ormai meno del 20% del Pil italiano. Si tratta comunque di una conferma che le previsioni di crescita fatte dal governo e dalla Commissione Europea (+0.4% nel 2020) potrebbero rivelarsi troppo ottimiste. Se così sarà, la disoccupazione potrebbe tornare a salire (ora la Commissione la prevede stabile al 10% fino al 2021, e non è poco). Considerati anche i venti di guerra (commerciale e militare) soffiati dagli psicopatici al potere in giro per il mondo, la fine della povertà dovrà essere rimandata a tempi migliori. Tanto per cambiare.
 
A complicare le cose, gli impegni italiani in materia di finanza pubblica verranno probabilmente disattesi, visto che le regole europee attuali sono basate sui rapporti tra grandezze di bilancio e Pil. Si rimetterebbe in moto il consueto tormentone circa la necessità/(in)opportunità di manovre correttive, per non parlare delle esoteriche discussioni sui saldi strutturali (fondati su quella coppia di arabe fenici che sono il Pil potenziale e l’output gap). Il tormentone è stucchevole di per sé, ma soprattutto tornerebbe a far ballare gli spread e a distogliere, con la scusa dell’ennesima emergenza, l’attenzione dalla maggiore difficoltà per l’Italia oggi: fare (non solo proclamare o auspicare) una credibile politica di lungo periodo per tornare a crescere a un ritmo decente e sostenibile nel tempo, possibilmente mantenendo in piedi lo Stato di diritto.
Altre sull'argomento
Demografia e sovranismo
Demografia e sovranismo
Ha poco senso misurare l'andamento della popolazione in un solo Paese
Un Piano per tornare a occuparsi di Sud
Un Piano per tornare a occuparsi di Sud
Pi¨ soldi, 10mila giovani per le politiche di coesione, "reddito ...
La crescita evapora tra le promesse
La crescita evapora tra le promesse
Le politiche economiche e istituzionali che ostacolano gli investimenti
Economia ferma e incertezza normativa
Economia ferma e incertezza normativa
L'attivitÓ delle imprese diventa sempre pi¨ difficile
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.