Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Fine anno di ordinario disagio

Italiani preoccupati, ma la rabbia la lasciamo ai francesi

Nando Pagnoncelli 20/12/2019

Fine anno di ordinario disagio Fine anno di ordinario disagio La chiusura dell’anno è questa volta particolarmente complessa: si arriva col fiatone ad evitare il bilancio provvisorio (non è la prima volta, ma di anno in anno il nervosismo cresce), si arriva con indicatori economici che con un eufemismo possiamo definire non confortanti, si arriva con crisi industriali e bancarie di grande impatto. Gli italiani reagiscono con fastidio, preoccupazione e distanza. Il clima economico tende a peggiorare, l’inquietudine cresce sensibilmente: a novembre l'Istat registra un calo apprezzabile di tutte le componenti che convergono a costruire l’indice di fiducia dei consumatori. La qualità della vita tende ad essere percepita in peggioramento: se ci si guarda indietro le cose erano migliori.
 
Ma senza grandi drammi, la maggioranza relativa degli italiani non vede cambiamenti. I pareri sul governo si dividono: prevalgono le opinioni negative, ma una robusta minoranza esprime fiducia nell’esecutivo e nel Presidente del Consiglio. La manovra finanziaria divide quasi a metà, anche se è diffusa l’idea che le tasse tenderanno ad aumentare. Con l’eccezione di Giorgia Meloni, i leader perdono smalto: Salvini dopo l’apertura della crisi ha diminuito i propri consensi senza recuperarli e la Lega ultimamente segna qualche difficoltà, Renzi non riesce a produrre il salto cui mirava, rallentato anche dalle indagini, Zingaretti è tornato a valori contenuti, Di Maio ha perso smalto in maniera più evidente di quanto accaduto a Salvini. Il Presidente del Consiglio, tra i leader politici, prevale ma senza entusiasmare. E molti pensano che il governo durerà. Sembra di vedere lo sguardo distaccato dei cittadini. Sarà una fine d’anno di ordinario disagio. La rabbia, come in altre occasioni, la lasciamo ai francesi.
 
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.