Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Invest-Eu, la difficile missione di Gentiloni

Il nuovo piano europeo d'investimenti pi¨ orientato alla sostenibilitÓ, ma c'Ŕ il problema dell'attuazione

Andrea Boitani 19/12/2019

Invest-Eu, la difficile missione di Gentiloni Invest-Eu, la difficile missione di Gentiloni Tra le missioni affidate dalla Presidente Ursula von den Layen al commissario per l’Economia Paolo Gentiloni figura “il coordinamento e il lancio del futuro programma Invest-EU, assicurando che esso contribuisca ai nostri obiettivi complessivi, specialmente sulla neutralità climatica e la transizione digitale”. Sviluppando questo approccio, Gentiloni dovrà anche mettere in piedi e attuare il piano di investimenti per un’Europa Sostenibile. Il programma Invest-EU (2021-27) è stato approvato dalla precedente Commissione e ratificato, con un piccolo ritocco all’insù degli stanziamenti, dal Parlamento Europeo lo scorso giugno. Gli obiettivi sono più orientati verso la sostenibilità ambientale rispetto al vecchio piano Junker (EFSI) che si concluderà nel 2020. Ma l’impianto rimane sostanzialmente quello del suo predecessore: la Commissione fornisce, attraverso la BEI, garanzie per investimenti pubblici o privati (698 miliardi) pari a un multiplo dei fondi stanziati (41).
 
Il rischio che il piano parta molto lentamente, come a suo tempo l’EFSI, c’è tutto. Così come invariata è la logica di contribuire a finanziare piani gestiti interamente a livello nazionale, con la conseguenza di diverse capacità di attuazione: dalla qualità e tempi di progettazione, alla qualità e tempi di emanazione dei bandi di gara (quando previsti), ai ricorsi, alla realizzazione effettiva delle opere e/o dei progetti di ricerca. In questa diversità, l’Italia (almeno con riferimento alla componente pubblica della spesa) occupa un posto molto basso nella classifica continentale. Purtroppo, è  anche il paese in cui i governanti più spesso promettono piani di investimento pluriennali sempre più mirabolanti, riuscendo a realizzarne poi solo una piccola frazione. Il compito di Gentiloni, per quanto riguarda “l’attuazione” del piano non sarà semplice, soprattutto quando dovrà guardare al suo paese d’origine.
Altre sull'argomento
 Tocca alla Ue sostenere l'economia
Tocca alla Ue sostenere l'economia
Come sta facendo la Cina per contrastare il calo della produzione
Un altro errore sulla Libia
Un altro errore sulla Libia
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Il bilancio Ue tra Brexit e
Il bilancio Ue tra Brexit e "rebates"
Oggi il Consiglio europeo cerca una difficile intesa sulle risorse e ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.