Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Ma noi del Mes non avremo bisogno

Se ci agitiamo diamo invece l'impressione di essere un Paese a rischio

Fabrizio Galimberti 02/12/2019

Ma noi del Mes non avremo bisogno Ma noi del Mes non avremo bisogno Se è consentito un intervento sul Mes fuori dal coro, eccolo. Anzi, fuori dagli opposti cori: da una parte, quello che grida al ‘tradimento’ e alla svendita della patria; dall’altra parte quello, meno stridulo, che accetta il Mes ma si preoccupa di porre condizioni meno penalizzanti. Il Mes va bene così com’è, e anche così com’era (prima che i nostri negoziatori rimuovessero l’automatismo nella ristrutturazione del debito). E questo per le seguenti tre ragioni. Agitarsi tanto per il Mes fa pensare a chi osserva detta agitazione che ci consideriamo un Paese a rischio, prossimo a dover elemosinare l’assistenza del Mes. In verità noi del Mes non abbiamo bisogno, né mai ne avremo bisogno. Le nostre finanze pubbliche sono sostanzialmente sotto controllo. Se avessimo accettato il Mes con signorile distacco i mercati ne sarebbero stati rassicurati, molto di più di quel che invece avviene oggi.
 
In ogni caso un Mes severo (qual è e anche qual era) ci avrebbe aiutato ad allontanare le sirene della spesa facile, date le conseguenze esiziali di una perdita di controllo su deficit e debito. Detto questo, può darsi che ci sia un’interpretazione più machiavellica. Anche chi fosse serenamente d’accordo con i tre punti sopra esposti, potrebbe aver ragione di far rumore e chiedere modifiche, al solo scopo di ottenere delle contropartite in altri campi. Auguri.
Altre sull'argomento
Mes, banche tedesche e terrapiattisti
Mes, banche tedesche e terrapiattisti
Non Ŕ vero che l'obbiettivo del Fondo europeo Ŕ salvare gli istituti ...
Discutere di Europa fa solo bene
Discutere di Europa fa solo bene
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Contundente
Contundente
Clausole
Data di scadenza dopo la manovra
Data di scadenza dopo la manovra
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.