Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Il Mes e le contraddizioni dei sovranisti

Che cosa hanno capito gli elettori?

Giampaolo Galli 27/11/2019

Gli uffici del Fondo Salva Stati Ue Gli uffici del Fondo Salva Stati Ue Il dibattito pubblico che si è sviluppato sul Mes ha messo in evidenza le insostenibili contraddizioni dei nostri sovranisti. La contraddizione principale consiste nel fatto che i sovranisti accusano l'Europa di voler obbligare l'Italia a fare default, laddove nessuno come loro ha mai fatto tanto, con parole e azioni, per creare le condizioni di una crisi finanziaria, cianciando di uscita dall'euro, cercando di attuare politiche di bilancio dissennate, regalandoci 15 mesi di spread fra 250 e 300 o oltre. Gridano "al lupo, al lupo", ma il lupo più pericoloso per i risparmi degli italiani sono proprio loro. Come ha scritto giustamente Paolo Savona, non c'è motivo di preoccuparsi di una riforma che assoggetta i debiti pubblici ad una analisi preventiva di sostenibilità, se si è convinti che il nostro debito sia perfettamente sostenibile e che lo sarebbe anche se fosse al 200% del Pil. Alternativamente, si crede che l'Italia sia a rischio, se non altro per il giudizio che potrebbero darne i mercati, e allora, coerentemente, ci si preoccupa della riforma e si propongono politiche di bilancio molto prudenti.
 
Naturalmente, nessuno si stupisce delle contraddizioni logiche dei sovranisti e forse dei politici in generale. Ciò che conta è quale messaggio passa agli elettori. Forse è passato il rozzo messaggio dei sovranisti, quello di un'Europa matrigna che - chissà per quale insondabile motivo - vuole attentare ai nostri risparmi. Forse però - spero di non illudermi - sta filtrando anche un altro messaggio e cioè che una ristrutturazione del debito sarebbe una vera e propria calamità. E alla lunga la consapevolezza di questo rischio fatale, come lo definì una volta il Presidente Napolitano, è forse l'unico modo per sconfiggere le pulsioni sovraniste, ossia per indurre le persone a preferire politiche prudenti e attente alle reazioni dell'Europa e dei mercati rispetto a promesse altisonanti e costosissime, tali da mettere - queste sì - a rischio i risparmi degli italiani.
Altre sull'argomento
Mes, banche tedesche e terrapiattisti
Mes, banche tedesche e terrapiattisti
Non Ŕ vero che l'obbiettivo del Fondo europeo Ŕ salvare gli istituti ...
Contundente
Contundente
Clausole
Data di scadenza dopo la manovra
Data di scadenza dopo la manovra
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Mes, spadaccini e bastonatori
Mes, spadaccini e bastonatori
Difficile dibattere con chi non tiene conto dei fatti e della logica
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.