Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Alitalia, disastro annunciato

Lo Stato non pu˛ sostituirsi ai fallimenti del mercato

Claudio Di Donato 21/11/2019

Alitalia, disastro annunciato Alitalia, disastro annunciato Le acrobazie della politica sul dossier Alitalia sono diventate temerarie. Dopo oltre un anno non c’è ancora un progetto credibile per il salvataggio della ex compagnia di bandiera e non potrebbe essere altrimenti. Nessuno dei soggetti coinvolti, Mef e FS, Delta e Atlantia, da ultimo Lufthansa, è realmente interessato al futuro della compagnia in termini di business. La loro partecipazione riflette interessi eterogenei con l’unico comun denominatore che Alitalia SpA non rappresenta un’opportunità di business, ma il terreno per incassare dividendi politici su altre partite. Su Alitalia, come su Ilva, la volontà imposta da Di Maio e dal M5S oscilla tra il libro dei sogni e la fantascienza. Rilanciare Alitalia senza alcun sacrificio e con capitali meno che modesti, come sostituire l’ex Ilva con una fabbrica di colonnine per le auto elettriche, non esprimono una visione di futuro, indicano solo irresponsabilità politica. I costi, altissimi, economici e sociali, sono evidenti.
 
Un governo credibile dovrebbe prendere atto di una situazione che non offre soluzioni praticabili, azzerare tutto e fare un bagno di realismo partendo da due premesse: il mercato non ha bisogno di Alitalia (oltre 180 milioni di persone atterrano e decollano dagli aeroporti italiani, il doppio rispetto a 15 anni fa) e lo Stato non può sostituirsi ai fallimenti del mercato. Ignorare queste verità significa andare incontro al disastro.
 
Altre sull'argomento
La schizofrenia di Di Maio sulla Rai
La schizofrenia di Di Maio sulla Rai
Da una parte vuole abolire il canone per separare la TV pubblica dalla ...
Nuovo vigore per gli orfani dell'Iri
Nuovo vigore per gli orfani dell'Iri
Per rispondere alle crisi aziendali
I troppi dossier mai chiusi
I troppi dossier mai chiusi
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Autostrade, trasparenza e voglia di Iri
Autostrade, trasparenza e voglia di Iri
Mentre Patuanelli rimpiange l'intervento statale
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.