Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Inflazione bassa, Iva e stagnazione

Prezzi in lieve calo (-0,1) in ottobre: bisognerebbe aumentare le imposte indirette e ridurre le dirette

Innocenzo Cipolletta 15/11/2019

Inflazione bassa, Iva e stagnazione Inflazione bassa, Iva e stagnazione L'inflazione resta bassa in Italia: gli ultimi dati Istat danno un -0,1% in ottobre rispetto al mese prima e un misero +0,2% rispetto ad un anno prima. Per chi, come il sottoscritto, ha vissuto gli anni dell'inflazione a due cifre con le sue devastazioni, questa assenza d'inflazione non fa paura. Ma è vero che una troppo bassa inflazione è indice di economia stagnante e, per il nostro paese, implica un peso del debito pubblico crescente e insopportabile.
 
Se ci fosse un governo volto a dare risposta a questo problema, allora dovrebbe aumentare l'Iva e/o altre imposte indirette e far scendere un po' le imposte dirette (Irpef e quant'altro). Così facendo, aumenterebbe l'inflazione attraverso l'Iva, non ridurrebbe la crescita reale del Pil grazie alla riduzione delle imposte dirette, migliorerebbe la competitività dei prodotti italiani, avrebbe una crescita del Pil nominale maggiore e, quindi, anche una qualche riduzione del rapporto debito su Pil. Ma abbiamo una coalizione di governo che, se gli parli di aumentare l'Iva, va in escandescenze e si suicida: così il paese deve rassegnarsi alla stagnazione. E' un vero peccato.
Altre sull'argomento
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Oggi Conte riferisce alle camere sul Mes
Altro parere
Altro parere
Un oltraggio che non si pu˛ tollerare
Agenda della settimana
Agenda della settimana
L'europarlamento vota la fiducia alla nuova Commissione Ue
 Manovra, dove trovare i soldi?
Manovra, dove trovare i soldi?
Utilizzare i 3 miliardi stanziati per incentivare la moneta ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.