Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Italiani risparmiatori (purtroppo) soddisfatti

Il 63% tiene i soldi bloccati sui conti correnti e non favorisce investimenti e crescita

Innocenzo Cipolletta 04/11/2019

Italiani risparmiatori (purtroppo) soddisfatti Italiani risparmiatori (purtroppo) soddisfatti Gli italiani risparmiano sempre di più. Nella giornata del risparmio (31 ottobre) è stata presentata un'indagine che certifica come cresca il numero degli italiani che possono risparmiare e cresce anche la quota di italiani che ritiene di avere una situazione soddisfacente (i soddisfatti sono il 59% degli intervistati). La maggiore propensione al risparmio non sembra derivare da ritorni attesi sugli investimenti. Anzi, i rendimenti sono sempre più bassi, tanto da essere zero se non negativi. Questo induce i risparmiatori a rimanere liquidi (sono il 63%), tenendo i risparmi prevalentemente sui conti correnti per poterli utilizzare rapidamente se necessario.
 
L'atteggiamento dei risparmiatori italiani è coerente con una situazione economica ferma (il Pil è aumentato dello 0,1% nel terzo trimestre dell'anno) e con prospettive non esaltanti. La massa di risparmio congelata indica un paese che non investe e non crede nel suo futuro. Ma, se la maggioranza degli italiani si ritiene soddisfatta, si rischia di rimanere fermi per troppo tempo, almeno fino a quando la minoranza, che non è soddisfatta, finirà per far saltare il banco. Per evitarlo, ci vorrebbe una politica che assuma il rischio di far crescere il paese, anche contro la volontà di chi, essendo soddisfatto, finisce per bloccare ogni iniziativa di cambiamento.
TAG: risparmio
Altre sull'argomento
La pedagogia dei tassi zero
La pedagogia dei tassi zero
Sempre pi¨ difficile per i risparmiatori ottenere rendimenti soddisfacenti
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.