Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Si vedra' dallo spread il successo del Def

La manovra 2020 Ŕ neutra, ma l'economia potrebbe giovarsi della riduzione dei tassi

Innocenzo Cipolletta 02/10/2019

Roberto Gualtieri Roberto Gualtieri Il Def per il prossimo anno muove 30 miliardi per mantenere il disavanzo pubblico nel 2020 al livello presumibilmente conseguito nel 2019 (2,2% del Pil). Per i due anni successivi è prevista una riduzione del rapporto tra indebitamento netto e Pil all'1,8% (2021) e all'1,4% (2022). Certo, se si confronta il disavanzo del 2020 con quello presumibilmente tendenziale (circa 1,5% nel 2020), la manovra può apparire espansiva, perché allarga il disavanzo pubblico rispetto a quello che si sarebbe verificato senza la manovra, a causa dell'aumento dell'Iva previsto dalle clausole di salvaguardia. In realtà si tratta di una manovra neutra, ma non necessariamente destinata ad avere pochi effetti sul sistema economico.
 
In effetti la modestia degli interventi, unita alla fine della contrapposizione con la Commissione Europea, può facilitare l'apprezzamento dei mercati e favorire la riduzione dello spread che potrebbe anche scendere sotto i 100 punti. Questa eventualità vale da sola come sostegno all'economia perché indicherebbe un ritorno di fiducia che favorirebbe l'economia italiana dopo anni di rischi di uscita dall'euro. Se sarà così, allora il Def per i prossimi tre anni potrebbe non risultare così modesto, ma giocare un ruolo determinante nel processo di normalizzazione della nostra economia. Quanto alla crescita per i prossimi anni, più che le manovre di finanza pubblica, giocheranno i fattori internazionali che purtroppo non sembrano molto favorevoli per le guerre commerciali in corso scatenate dall'amministrazione Usa.
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
La finta emergenza e le vere prede
La pazienza dell'Europa
La pazienza dell'Europa
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
La manovra e le primedonne
La manovra e le primedonne
Le critiche rischiano di bloccare il percorso di riduzione dello spread
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Oggi vertice di maggioranza sulla manovra. Domenica si vota in Umbria
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.