Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La via stretta della Bce

Draghi ha parlato di nuovi interventi antirecessione, ma lo spazio Ŕ minimo

Stefano Micossi 22/07/2019

 La via stretta della Bce La via stretta della Bce Mentre si moltiplicano i segni di debolezza nell’economia europea, cresce anche il rumore tra investitori e analisti su una possibile anticipazione di interventi espansivi da parte della Bce. Il fatto è che, nonostante le dichiarazioni del presidente Draghi, gli strumenti a disposizione sono limitati. Si parla di ‘tiering’, cioè segmentare tra gli strumenti di riserva delle banche ulteriori interventi di riduzione dei tassi d’interesse ufficiali, già negativi. Lo spazio è comunque minimo. Si parla di una ripresa degli acquisti di titoli già dall’inizio dell’anno prossimo, qualcuno ha azzardato la cifra di 45 miliardi al mese. La difficoltà qui è che la Bce andrebbe presto a urtare per qualche paese (tra cui la Germania) contro il doppio limite del 25% delle emissioni nette di debito pubblico e del 33% dello stock in essere. 
 
Un paradosso di questa situazione è che, per mantenere il volume totale degli acquisti, dopo qualche tempo la Bce sarebbe spinta a violare la regole di equi-proporzionalità degli interventi secondo la chiave delle quote di capitale nella Bce, acquistando quote crescenti dei titoli dei paesi più indebitati (Italia). Qualcuno arriva a ipotizzare che questa potrebbe rivelarsi la vera misura capace di abbattere lo spread sui titoli italiani e allontanare il rischio di ristrutturazione del debito. Certo, se l’economia europea, o quella di alcuni paesi dell’eurozona, andassero in recessione, l’urgenza degli interventi si farebbe più acuta. Tempi interessanti per la nuova presidente della Bce Lagarde, che peraltro ha già dimostrato di saper gestire situazioni fuori dell’ordinario.
Altre sull'argomento
Luna di miele coi partner europei
Luna di miele coi partner europei
Ma i problemi restano tutti sul tappeto
 Italia-Europa, opportunitÓ e false speranze
Italia-Europa, opportunitÓ e false speranze
Legge finanziaria e revisione del Patto di stabilitÓ
Quando la Bce e' costretta a fare la supplente
Quando la Bce e' costretta a fare la supplente
L'inflazione Ŕ ancora al di sotto dell'obiettivo vicino al 2%
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.