Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Le pseudo-culture che rovinano l'Italia

La diffidenza verso l'industria e le infrastrutture

Andrea Boitani 03/07/2019

Le pseudo-culture che rovinano l'Italia Le pseudo-culture che rovinano l'Italia Basta dare un’occhiata alla nostra bilancia dei pagamenti per capire a cosa siano dovuti i crescenti surplus di parte corrente: l’ottimo andamento delle esportazioni di prodotti manufatturieri (oltre il 95% di tutte le esportazioni di merci) e il bilancio attivo del turismo. Le questioni che si pongono sono dunque due. La prima è: tra qualche anno avremo ancora un’industria o i governanti avranno spaventato abbastanza gli investitori e gli imprenditori da spingerli ad abbandonare un paese dove i patti non vengono mantenuti, dove i contratti (quello di governo a parte) non vengono rispettati, le regolamentazioni vengono cambiate ad hoc e i politici turbano i mercati e i risparmiatori esternando il loro desiderio di distruggere questa o quella società per azioni?
 
La seconda è: accanto a una pseudo-cultura anti-industriale in Italia è ampiamente diffusa una pseudo-cultura anti-infrastrutturale, che poco ha a che vedere con l’ambientalismo e il sacrosanto rigore nei conti pubblici. Molto più con viscerali sindromi Nimby e annessi feudi elettorali locali, rodomonterie nazionaliste e tensioni ascetiche alla decrescita infelice. Il problema è che la carenza, la decadenza delle infrastrutture e dei servizi che le utilizzano, oltre al degrado del territorio, danneggiano sia l’export che il turismo.
 
Ci sono molti dubbi, in questo contesto, che i decreti “crescita” e “sblocca cantieri” possano avere un’efficacia maggiore di quella avuta dai famosi decreti esortativi  - “cresci Italia” e “sblocca(ti)Italia” – varati nel 2012 dal governo Monti. I governanti sono cambiati (parecchio in peggio, secondo me), ma granitica rimane la convinzione che con i decreti si possa cambiare l’Italia compensando anche i disastrosi effetti degli annunci (e degli atti) basati sulle pseudo-culture di cui sopra.
Altre sull'argomento
La crescita che latita
La crescita che latita
E il decreto in discussione non promette misure efficaci
E i Cinque Stelle stanno a guardare
E i Cinque Stelle stanno a guardare
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Agenda della settimana
Agenda della settimana
L'industria torna al centro
Sblocca Cantieri, parole grosse
Sblocca Cantieri, parole grosse
... ma esiti concreti assai incerti
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.