Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Caso Ilva e questione di fiducia

Il rischio di chiusura dell'acciaieria di Taranto

Innocenzo Cipolletta 27/06/2019

Lo stabilimento ex Ilva di Taranto Lo stabilimento ex Ilva di Taranto L'Ilva rischia di chiudere a settembre perché il Governo ha cambiato le condizioni con cui Mittal ha rilevato l'acciaieria, reintroducendo il rischio condanna ambientale che non compete a chi sta cercando di far ripartire questo impianto e di renderlo compatibile con i requisiti ambientali. Il Governo insiste a chiedere "fiducia" perché, dice Di Maio, una soluzione, alla fine, verrà trovata. Forse, ma quale fiducia si può dare a un Governo che, appena in carica, ha denunciato l'accordo europeo per costruire il tunnel della Lione-Torino? E quale fiducia si può accordare a chi minaccia ogni giorno di togliere la concessione ad Autostrade, prima che sia accertata la responsabilità del crollo del ponte Morandi? E che dire del continuo parlare di azzeramento di tutte le concessioni?
 
La fiducia si accorda a chi è capace di mantenere gli impegni, anche quelli assunti da governi passati e che non sono pienamente condivisi. Un paese vive di continuità e i Governi che si succedono hanno il diritto di avanzare nuovi progetti ma anche quello di completare quelli in corso per evitare sprechi, disagi e, appunto, un crollo di fiducia che poi affonda tutto il paese. Invece, con un senso tutto sbagliato di sovranismo, assistiamo alla rottura di contratti e alla perdita della reputazione del paese.
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Contano i (non)fatti pi¨ delle parole
Il 59% degli italiani favorevole al Tav
Il 59% degli italiani favorevole al Tav
Contrari solo il 19% (ma il 45% degli elettori cinquestelle)
La giustizia della discordia
La giustizia della discordia
Nessuna intesa tra M5S e Lega sulla riforma del processo penale
Altro parere
Altro parere
Ripartiamo dallo stop
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.