Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La crescita in frenata

Le stime Istat del secondo trimestre confermano il rallentamento

Sergio De Nardis 31/07/2018

Una fabbrica di tubi d'acciaio Una fabbrica di tubi d'acciaio La stima preliminare Istat del Pil del secondo trimestre (0,2%) conferma le previsioni di rallentamento della crescita avanzate nelle ultime settimane da varie istituzioni (Upb,  Banca d'Italia, Confindustria). Come nelle attese, sono le esportazioni a indurre la frenata. La stima Istat ha però nella coda un po' di veleno inatteso: è stata rivista al ribasso (di un decimo) anche la variazione del Pil del quarto trimestre 2017. Si dirà che è poca cosa, ma conta. Questa correzione rende vieppiù irraggiungibile la previsione del Def di aprile per il 2018. Il governo stimava una crescita dell'1,5%; con i dati, pur provvisori, diffusi oggi si va verso l'1,1-1,2%, scontando comunque un miglioramento nel secondo semestre.
 
Inevitabilmente anche la dinamica del 2019 (1,4% nelle stime tendenziali del Def di aprile) ne risentirà. In un quadro tendenziale, inclusivo dell'aumento dell'Iva, il Pil dovrebbe decelerare il prossimo anno anche sotto l'1%. Probabilmente sono cifre più negative di quelle che aveva in mente Tria quando negli ultimi giorni parlava di leggero rallentamento. Occorre a questo punto attendere i dati definitivi Istat di fine agosto, sperando che le informazioni complete portino qualche decimo in più. Se, però, gli andamenti verranno confermati l'esercizio di previsione della Nota di aggiornamento del Def, tra qualche settimana, dovrebbe correggere sostanzialmente al ribasso le prospettive macroeconomiche rispetto alle stime della scorsa primavera.
Altre sull'argomento
L'industria che manca a Mezzogiorno
L'industria che manca a Mezzogiorno
Ma in tutta Italia il Pil Ŕ ancora sotto i livelli precrisi
La fiducia (a rischio) nell'Italia
La fiducia (a rischio) nell'Italia
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Rallenta anche l'occupazione
Rallenta anche l'occupazione
Tengono le assunzioni di giovani, si fermano quelle di anziani
La crisi di identitÓ del centrodestra
La crisi di identitÓ del centrodestra
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.