Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La trappola dei bonus

Gli 80 euro e il nuovo contratto degli statali

Stefano Micossi 31/10/2017

La trappola dei bonus La trappola dei bonus C'è un nuovo tormentone nel sistema retributivo del settore pubblico: come si fa a dare gli aumenti di stipendio senza che i beneficiati perdano il bonus renziano da 80 euro per superamento delle soglie di 24 mila e 26 mila euro, al di sopra delle quali il bonus viene ridotto o abolito? Risposta: si alza un pochino la soglia. Per i dipendenti pubblici, naturalmente: quelli privati subiranno la perdita alla spicciolata, peggio per loro. E la soglia bisognerà rialzarla d'ora in poi e per sempre quando si daranno nuovi aumenti di stipendio.
 
Esiste un modo meno complicato e anche meno iniquo di salvare il bonus: stabilire con la legge che il bonus era un evento una tantum per quelli che a quel tempo si erano trovati nelle circostanze oggettive previste per l'erogazione, che per quella platea continuerà a valere per sempre. Non ho mai pensato che il bonus fosse una buona idea: era espressione di una filosofia di governo che cerca di comperare il consenso con elargizioni monetarie attraverso il bilancio pubblico della quale la manifestazione più penosa è quella del bonus di 500 euro ai giovani che compiono 18 anni (che tanto il voto a Renzi non glielo danno). Tuttavia, ora che il bonus degli 80 euro è stato disposto, è meglio codificarlo in maniera permanente per tutti i beneficiari, pubblici e privati.
Altre sull'argomento
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Occhi puntati su Manovra e Brexit
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Al via colloqui decisivi per la Brexit
Piccole regalie preelettorali
Piccole regalie preelettorali
Ma bisogna approfittare della crescita per ridurre deficit e debito
Ma la pagella Ue non è poi così male
Ma la pagella Ue non è poi così male
Miglioriamo in tre parametri sui 5 negativi del 2015
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.