Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

L'occupazione torna ai livelli pre-crisi. Il Pil no

Due spiegazioni (opposte) del fenomeno

Innocenzo Cipolletta 12/09/2017

Operai in catena di montaggio Operai in catena di montaggio Crescono l'occupazione e le ore lavorate, scende la disoccupazione, aumenta l'occupazione femminile. I dati del secondo trimestre sull'occupazione sono positivi e confermano il ritorno del livello dell'occupazione ai massimi conseguiti prima della crisi, ormai nove anni fa. Stenta invece la crescita del Pil che è ancora sotto i livelli massimi pre crisi. Questa divaricazione ha due spiegazioni opposte. La prima ci dice che cresce il lavoro povero, mal pagato e precario, che la gente è costretta ad accettare il lavoro che c'è a causa delle forti difficoltà che si traducono in un aumento della povertà. Da qui una crescita dell'occupazione ma non della produttività (prodotto per addetto). La seconda spiegazione mette in discussione la statistica della crescita, alla luce della contraddizione con le statistiche del lavoro e delle continue rivalutazioni del Pil fatte periodicamente con riferimento al passato: la prossima l'avremo fra qualche settimana e ci dirà se abbiamo ancora una volta sottovalutato la crescita economica. Quasi a dire che l'Italia è più ottimista sul passato che sul presente e sul futuro! Ma forse le due spiegazioni vanno d'accordo e la realtà è un mix delle due.
Altre sull'argomento
La deflazione è un problema quanto la forte inflazione
La deflazione è un problema quanto la forte inflazione
Cautela nelle politiche non guasterebbe
Agenda della settimana
Agenda della settimana
Fincantieri-Stx, diplomazie al lavoro
Altro parere
Altro parere
Ape e previdenza flessibile
Ai giovani precari non servono pensioni speciali
Ai giovani precari non servono pensioni speciali
Ma formazione, apprendistato e lavoro
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.