Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Le danze sulla Legge di bilancio

PerchÚ non aumentare l'aliquota ridotta dell'Iva?

Stefano Micossi 08/09/2017

Le danze sulla Legge di bilancio Le danze sulla Legge di bilancio Le danze della nuova legge di bilancio si aprono con la Nota di aggiornamento del Def, con la quale il governo deve rivedere il quadro macro-economico e gli obbiettivi indicati nel Def di aprile. Come è noto, i dati sul Pil sono ora più favorevoli, con tassi di crescita annuali dell’1,5% quest’anno e forse 1,3% l’anno prossimo. Ciononostante, a quanto si intravede, il governo resterà inchiodato sull’obbiettivo per il rapporto tra il disavanzo e il Pil dell’1,8% in pratica già accettato dalla Commissione, che implica un aggiustamento strutturale del disavanzo verso l’obbiettivo di medio termine di 0,3% del Pil.
 
Il motivo è duplice. Da un lato, il deflatore del Pil sta crescendo molto lentamente, così che l’aumento della crescita reale del Pil non si traduce in un aumento della crescita nominale, dunque non c’è un beneficio per il rapporto debito/Pil, che neppure quest’anno inizierà a scendere. In secondo luogo, non conviene, nel clima ormai apertamente elettorale, dare segni di allentamento della disciplina di bilancio; l’assalto alla diligenza in parlamento potrebbe travolgere il governo.  
 
In questo contesto non facile, una cosa positiva il governo potrebbe farla: lasciar salire l’aliquota ridotta dell’Iva per accentuare la riduzione del cuneo fiscale. Il ministro Padoan e il vice-ministro Morando hanno espresso in pubblico la loro ‘personale’ opinione che sarebbe una buona idea. Vediamo se possono convincere anche il premier e il segretario Renzi.
Altre sull'argomento
Padoan tra emendamenti ed Europa
Padoan tra emendamenti ed Europa
Sempre pi¨ stretto il sentiero della manovra per il 2018
Ora la politica si dimostri all'altezza
Ora la politica si dimostri all'altezza
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Chi sarÓ il custode della diga?
Chi sarÓ il custode della diga?
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Mezzogiorno in ripresa, ma...
Mezzogiorno in ripresa, ma...
SarÓ difficile recuperare il gap apertosi dal 2008
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.