Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Niente pace per l'industria automobilistica tedesca

E visibile ritardo sul mercato auto elettriche

Stefano Micossi 25/07/2017

Niente pace per l'industria automobilistica tedesca Niente pace per l'industria automobilistica tedesca Non c’è pace per l’industria automobilistica tedesca. Dopo lo scandalo delle emissioni dei motori diesel, tutt’ora oggetto di procedimenti davanti alle autorità regolamentari di Bruxelles e di molti paese, ora arrivano le accuse di comportamenti collusivi nella tecnologia diesel, nei componenti e nei rapporti con i fornitori. Le società coinvolte sono tutte le maggiori case automobilistiche tedesche. Le multe potenziali possono arrivare fino al 10 per cento del fatturato. VW e Daimler stanno apparentemente collaborando per ottenere il trattamento di clemenza concesso a chi si autodenuncia.  BMW nega ogni addebito, argomentando che la collaborazione su componenti non esclude piena concorrenza sul mercato dei prodotti finali. In effetti, non si è vista finora nessuna evidenza di collusione sui mercati dei prodotti finali.  
 
Le prospettive future dell’industria sono rese più incerte anche dal passo più rapido delle innovazioni tese a superare il motore a scoppio, un gioco nel quale l’industria tedesca è visibilmente in ritardo. Molte case automobilistiche stanno accelerando gli sforzi per mettere sul mercato auto elettriche,  che necessitano di pochissima manutenzione, avendo poche parti in movimento, e consumano solo elettricità invece di carburante. Mentre dal lato della domanda lo sviluppo delle vendite online condurrà probabilmente nel prossimo decennio a una riduzione importante della domanda di trasporto individuale. Insomma, lo scenario tecnologico e di mercato muterà in maniera radicale, con conseguenze potenzialmente drammatiche su produzione e occupazione nel settore. Il paese leader rischia di pagare il prezzo più alto.
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.