Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Altro parere

La cortina del nichilismo

Redazione InPiù 25/11/2021

Altro parere Altro parere Giuliano Ferrara, Il Foglio
Giuliano Ferrara sul Foglio spiega perché la pandemia sta dilagando nei Paesi dell’Europa orientale, dove la popolazione è meno vaccinata. La psicologia no vax – osserva – si nutre notoriamente di pulsioni ideologiche di estrema destra e di estrema sinistra, oltre che di legittime e ordinarie obiezioni razionali che però perdono senso in una situazione di emergenza. L’Europa dell’est, e per certi versi paradossali anche il mondo di lingua tedesca e circonvicini, soffre in modo eminente della sindrome rosso-bruna che amalgama libertari, anarchici, qualunquisti, fascisti di vario conio in una idea complottista di assoluta diffidenza verso l’autorità, il potere, lo stato e il mercato, visti come mostri globalizzati che lavorano incessantemente contro gli interessi del popolo. Un genio su Twitter si è domandato: scusate, non ho capito, hanno inventato il virus in laboratorio per eliminarci, poi hanno inventato i vaccini per eliminarci, insomma non riescono proprio a eliminarci in alcun modo. Il nichilismo filosofico e politico letterariamente nasce in Russia, da Turgenev a Dostoevskij, e consiste per l’appunto nel rifiuto dell’autorità della scienza, della cultura, del linguaggio, un rifiuto che passa dall’espressione estrema di un pensiero libero e materialista all’ideologia di stato che abolisce fede e religione, generando per di più una scienza ufficiale fuori mercato, per così dire, sulla quale l’ultima parola è quella del partito e delle sue Accademie. Non si può dire niente di preciso e di definitivo, ma l’impressione è che la cortina apocalittica, per quanto riguarda le società ex sovietiche messe davvero male riguardo alla situazione pandemica e sanitaria, copra un fondo antropologico di tipo nichilista che è il lascito dei lunghi decenni di dittatura del partito-stato e delle nomenclature corrispondenti.
 
Augusto Minzolini, il Giornale
Sul Giornale Augusto Minzolini ricorda Ennio Doris, il fondatore della Banca Mediolanum morto ieri all’età di 81 anni. Un visionario, un innovatore, per alcuni versi, un rivoluzionario – scrive – perché Doris ha creato una nuova idea di banca, precorrendo i tempi e rischiando come sanno fare solo i veri pionieri. Si può dire, visto che i due sono stati amici per una vita e hanno cominciato l’avventura di Mediolanum insieme, che Doris ha cambiato l’istituto del risparmio in questo Paese, come Silvio Berlusconi la politica. Ha prima sognato e poi realizzato istituti di credito a misura d’uomo, senza sportelli per cancellare la distanza con i clienti perché nella sua mente sono stati sempre loro, con i loro risparmi, la banca. Ha cancellato la nozione ottocentesca degli istituti di credito e ne ha riscritto i principi. Alcune sue frasi celebri, immaginifiche e profetiche, ricordano quelle di quei pensatori che hanno cambiato il mondo: «Le banche sono come le cabine telefoniche. Non ci entra più nessuno, per cui spariranno». Non è solo una «provocazione», ma il germe di un progetto ambizioso: creare un rapporto diretto tra risparmio privato ed economia reale. Appunto, il visionario pensa l’impossibile, mette in piedi una banca per superare la stessa idea di banca, per costruire qualcosa che ne sia la negazione e la sintesi. È come se un qualunque correntista, provando sulla propria pelle i limiti, i vizi, i difetti, le vessazioni degli istituti di credito tradizionali, ne abbia costruito uno a sua immagine e somiglianza. In fondo il messaggio contenuto in quella pubblicità rimasta storica, «la banca costruita intorno a te», sta a significare proprio questo. Ecco perché quella formula, «la banca etica», non è frutto di retorica, ma è l’approdo ideale di un self-made man che si è inventato una banca sui bisogni dei comuni cittadini, di quella classe media a cui apparteneva.
 
Altre sull'argomento
Altro parere
Altro parere
Fare i libertari con le tasse degli altri
L'inverno rischioso di Biden
L'inverno rischioso di Biden
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Le spine di un utile accordo
Le spine di un utile accordo
Sintesi degli editoriali dei principali quotidiani
Altro parere
Altro parere
Fermare la palla di neve prima della valanga
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.