Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Altro parere

La rivoluzione dell'amore

Redazione InPi¨ 22/10/2020

Altro parere Altro parere Michela Marzano, La Stampa
“D’ora in poi sarà estremamente difficile per gli integralisti della famiglia tradizionale trincerarsi dietro alle parole della Chiesa quando vogliono scartare le persone omosessuali”. Così Michela Marzano commenta sulla Stampa le parole pronunciate ieri da Papa Francesco, secondo il quale i gay e le lesbiche hanno «il diritto di essere in una famiglia», e hanno quindi anche loro diritto a «essere coperti legalmente». “Dopo anni di polemiche e manifestazioni che hanno spesso dato la parola solo a chi pretendeva che l’unica famiglia moralmente accettabile e giuridicamente legittima fosse quella costituita da padre, madre e figli – scrive Marzano -, il Pontefice spalanca la porta a tutti e a tutte, indipendentemente dall’orientamento sessuale, rimettendo al centro della comunità familiare quello che ne è poi il vero cardine, ossia l’amore. Papa Francesco non esclude nessuno e prendendo alla lettera il messaggio inclusivo del Vangelo spiega quanto sia assurdo colpevolizzare una persona per ciò che è. Una vera rivoluzione all’interno della Chiesa, che per anni si è rifiutata di prendere sul serio la questione omosessuale accontentandosi di messaggi contraddittori: nessuno stigmatizza le persone omosessuali, si è sentito ripetere migliaia e migliaia di volte; ma perché non si accontentano di essere accettate e vogliono anche loro costruire una famiglia come se fossero eterosessuali? Speriamo che le parole di Papa Francesco siano un monito per tutti coloro che, tollerando l’omosessualità, si sono poi sentiti in pace con la propria coscienza anche quando hanno manifestato contro il sacrosanto diritto di gay e lesbiche di fondare anche loro una famiglia. Speriamo che, entrando in risonanza con la decisione presa sempre ieri dalla Consulta – che ha invitato il legislatore a trovare una soluzione per i bambini delle famiglie arcobaleno – permettano di costruire una società in cui più nessuno sia trattato come un cittadino di serie B”.
 
Claudio Cerasa, Il Foglio
Il Foglio pubblica in prima pagina, in solitaria, un estratto del discorso della cancelliera Angela Merkel, che si è rivolta ai tedeschi invitandoli a restare in casa il più possibile i contatti per arginare l’epidemia. “Nel mondo libero – commenta il direttore Claudio Cerasa -, il modello Merkel è l’unico che sembra stia funzionando e una delle caratteristiche più importanti del metodo scelto dalla cancelliera tedesca è quello di provare a intervenire non dopo la manifestazione di un problema ma ben prima che questo si manifesti. E per questo, nonostante i contagi ben più limitati rispetto a quelli registrati ieri in Italia, Merkel pochi giorni fa ha deciso di parlare alla nazione invitando la popolazione a fare spontaneamente quello che i governi vorrebbero evitare di imporre ai propri cittadini: stare di più a casa, uscire solo quando è necessario, per proteggere l’economia, la salute, la scuola dei nostri figli. Siamo in un’emergenza, ha detto Merkel, e chi ha responsabilità di governo ha il dovere di spiegare ai propri cittadini che la convivenza con il virus purtroppo non sarà breve. Già, ma come si fa a copiare la Germania? Karl Lauterbach, nel Bundestag dal 2005 con l’Spd, ha offerto al Guardian un editoriale magistrale con cui ha spiegato qualche segreto sul miracolo tedesco. Secondo Lauterbach, la forza della Germania non è stata solo quella di avere un sistema sanitario molto forte, di avere un numero di letti per i ricoveri ordinari dedicati al Covid pari a 200 mila posti e di avere una capacità di tracciamento molto importante. C’è molto altro. C’è una comunicazione trasparente su ciò che sappiamo scientificamente e su ciò che invece non sappiamo, «che è la base delle nostre decisioni politiche». E’ ora di pensare alle soluzioni, non alle colpe. E’ ora di agire – esorta Cerasa -. E’ ora di ricominciare a stare a casa”.
Altre sull'argomento
Piano di Ripresa per il Sud
Piano di Ripresa per il Sud
...un treno da non perdere
L'inflazione ai tempi della pandemia
L'inflazione ai tempi della pandemia
Bisognerebbe adeguare il paniere ai consumi effettivi delle famiglie
Altro parere
Altro parere
Non aprite quelle scuole
Crisanti, il
Crisanti, il "grillo straparlante"
La sua posizione sui vaccini rischia di minare la fiducia negli organi ...
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.