Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Appendino: “Sto con Grillo. Basta 5 Stelle di protesta, siamo una forza di governo”

Jacopo Ricca, la Repubblica, 26 giugno

Redazione InPiù 26/06/2020

Appendino: “Sto con Grillo. Basta 5 Stelle di protesta, siamo una forza di governo” Appendino: “Sto con Grillo. Basta 5 Stelle di protesta, siamo una forza di governo” Sono d’accordo con Beppe Grillo, basta M5S di protesta: ora siamo una forza di governo. Lo dichiara la sindaca di Torino, Chiara Appendino intervistata da Jacopo Ricca per La Repubblica. «Il governo deve andare avanti – taglia corto - Penso debba continuare il lavoro che ha iniziato e debba farlo con questi ministri e queste forze politiche che lo compongono». Sindaca quindi sostiene la linea Grillo e non quella Di Battista? «Con Beppe non ci sentiamo da un po’. Però io sostengo questo governo. Nell’estate scorsa mi sono impegnata anche personalmente e ho appoggiato questo passaggio importante per la vita politica del M5s e dell’Italia e penso vada sostenuto ancora oggi». La discussione tra i 5stelle però è infuocata. Avete perso lo spirito iniziale? «Il dibattito interno è naturale, ed è iniziato già mesi fa con le dimissioni di Luigi Di Maio da capo politico. Non penso però che questa discussione debba mettere a rischio la tenuta del governo, ma vada fatta nella sede corretta, cioè gli Stati generali e una volta superata l’emergenza Covid. Detto questo il dibattito dovrà essere quanto più inclusivo possibile. Il Movimento ha fatto un percorso, dai Vaffaday è arrivata al governo con Giuseppe Conte e con il Pd. Mi sembra naturale ragionare sull’identità del M5s. Non si può pensare che siamo quelli del 2008. Ci siamo evoluti e dobbiamo continuare a farlo». In quale direzione? «Alla luce anche della mia esperienza amministrativa penso che i 5stelle possano e debbano rimanere una forza di governo. Fare politica come fa una certa opposizione è semplice, basta sostenere campagne spot senza una visione di sistema del Paese o della città, mentre noi ci siamo evoluti e una visione chiara del Paese ce l’abbiamo». Qual è? «Noi volevamo il reddito di cittadinanza e lo abbiamo fatto. Dobbiamo andare avanti. Molte priorità sono quelle che stiamo portando avanti anche a Torino. Innovazione e Welfare vanno di pari passo perché le trasformazioni che vivremo nei prossimi mesi e anni avranno delle conseguenze sulla società e servono strumenti adeguati per governarle e per evitare che i cittadini ne restino schiacciati. Lo stesso vale per Ambiente e Lavoro. Solo pochi giorni fa è stato assegnato alla nostra Città il premio Covenant of Mayors 2020 della Commissione europea per i risultati raggiunti in materia di lotta ai cambiamenti climatici, sostenibilità e rinnovamento energetico». Davanti però si apre una crisi economica importante. Dal punto di vista dei voti non sarebbe meglio essere all’opposizione? «Quando si decide di prendere un impegno politico e si governa non lo si può fare inseguendo il consenso. Abbiamo ottenuto dei risultati con questo esecutivo, ma dobbiamo spingerci oltre e legare il Green new deal a nuove politiche del lavoro, che tengano conto delle mutazioni che le tematiche ambientali innescheranno. Io penso che il Movimento 5stelle debba candidarsi a governare queste trasformazioni epocali. Oggi siamo maturi per rappresentare una forza di governo, ma è una decisione che andrà presa negli Stati generali». Non le piace la versione dei 5stelle di lotta? «Dobbiamo decidere se vogliamo tornare ad essere un movimento di protesta o rimanere una forza propositiva di governo. Io sono per questa evoluzione e anche sul piano politico personale mi muovo in questo solco». Da candidata sindaca di Torino nel 2021? «Sarebbe fuori luogo dire oggi se mi candiderò o meno per fare la sindaca di Torino o per altri ruoli nel Movimento. Deciderò in autunno perché devo ancora fare una riflessione personale. Ma questa sarà una scelta legata anche alla discussione, che è già iniziata ma che dovrà definirsi negli Stati Generali, su cosa vorrà essere il M5s da grande».
 
Altre sull'argomento
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Oggi hanno detto
Oggi hanno detto
Interviste da non perdere
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.