Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Altro parere

E vanno pure in Chiesa

Redazione InPi¨ 05/11/2019

Altro parere Altro parere Michele Serra, Repubblica
Nella sua “Amaca” su Repubblica Michele Serra scrive dei cori razzisti contro Mario Balotelli. “Per una città europea nota e amata, bella e benestante, con alta qualità della vita, il fatto che un suo luogo pubblico sia deputato, da almeno vent’anni, a ospitare adunate naziste, non è un problema. Solo così si spiega la serafica assuefazione che le istituzioni veronesi (compreso allenatore e presidente del Verona Hellas) mostrano in merito all’oramai stabile insediamento nazista nella curva dello stadio Bentegodi di Verona. Si sa che l’estrema destra, a Verona come in parecchi altri posti, è componente del governo cittadino. Rimarrebbe, almeno sulla carta, la necessità della destra moderata di salvare la forma (che in provincia, una volta, era tutto o quasi), prendendo le distanze dagli energumeni razzisti che governano un pezzo molto visibile della città: la curva del suo stadio. Ma no. Non è un’esigenza della Verona per bene, distinguersi dalla curva che ulula contro i neri e festeggia Hitler come il migliore dei bomber. Verona si attaccherà a tutti i possibili distinguo, molto comodi per negare l’evidenza: non tutti sono nazisti, in quella curva; non tutte le domeniche fischiano i calciatori neri, a volte si prendono un turno di riposo; sono ‘solo ragazzi’, anche se i capi hanno superato la quarantina; il calcio è calcio e non c’entra con la politica. Lo diranno. Tutto pur di non ammettere: abbiamo un problema di nazismo, a Verona, e ce l’abbiamo da molto tempo (qualche barbone bruciato, qualche rogo di ‘impuri’). Come sempre, non sono i pochi energumeni violenti a fare paura. E’ la maggioranza di borghesucci che fa finta di non vedere e di non sapere. E vanno pure in chiesa”.
 
Claudio Cerasa, Il Foglio
“L’arresto di Antonello Nicosia, sedicente alfiere dei diritti dei detenuti ora accusato di associazione mafiosa, oltre che l’esito di un’eccellente operazione investigativa segnala un problema proprio nelle fila del movimento garantista”. Lo segnala un editoriale nelle pagine interne del Foglio, non firmato e quindi attribuibile al direttore. “Naturalmente non si può chiedere a chi si batte per un principio di selezionare aderenti e collaboratori con gli strumenti di un’indagine giudiziaria. Tuttavia proprio chi condivide l’appello garantista deve rendersi conto che è possibile che si verifichino episodi di infiltrazione di soggetti animati, invece, dalla volontà di favorire delinquenti con i quali intrattengono rapporti occulti. Anche nelle esternazioni pubbliche di Nicosia si potevano notare eccessi inaccettabili, come la demonizzazione del maxi processo, che non è emersa dalle intercettazioni, ma era apertamente rivendicata nel corso di una trasmissione televisiva. La parlamentare di cui Nicosia era portavoce, Giuseppina Occhionero, è stata ingannata dal suo curriculum, la radicale Rita Bernardini lo considerava un fanatico. E’ naturale che non abbiano sospettato il suo doppio gioco, ma la vicenda deve indurre chi ha rapporti con le carceri per nobili ragioni a vigilare. Naturalmente le battaglie garantiste non sono offuscate da una vicenda torbida come questa, ma sicuramente ora c’è un nuovo argomento propagandistico per i manettari. Bisogna distinguere sempre e con la massima nettezza tra la difesa dei diritti dei detenuti e il diritto dello Stato a condannare i colpevoli, senza dimenticare che essi sono stati giudicati e debbono scontare la pena inflitta: questa è la condizione elementare per rendere credibile la battaglia garantista”.
Altre sull'argomento
Contraddizioni su razzismo e Ius soli
Contraddizioni su razzismo e Ius soli
Cresce l'odio razziale ma 7 italiani su 10 sarebbero favorevoli alla ...
L'ergastolo ostativo, arma contro la mafia
L'ergastolo ostativo, arma contro la mafia
Chi non collabora non puo' accedere a permessi e benefici
Altro parere
Altro parere
Un taglio alla lagna sui parlamentari
Altro parere
Altro parere
Non si sogna mai da soli
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.