Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La setta

Camilla Lackberg e Henrik Fexeus, Marsilio - 2022

Ex libris - Elisabetta Bolondi 11/11/2022

La setta La setta Della trilogia creata dalla scrittrice svedese di culto, Camilla Lackberg, in coppia con il mentalista Henrik Fexeus, esce ora per Marsilio la seconda parte. Primo in classifica appena pubblicato, il romanzo “La setta”, oltre settecento pagine adrenaliniche, tiene i lettori italiani in suspence fino alle ultimissime pagine che finalmente rivelano cosa si nascondeva dietro i misteriosi delitti particolarmente atroci di cui vittime sono bambini piccoli. E’ molto difficile parlare di questo libro senza spoilerare, quindi mi limito a descriverne i personaggi, molti dei quali noti a chi  ha letto “Il codice dell’illusionista”, il libro che inaugura la serie: Mina Dabiri, la poliziotta che lavora alla centrale di polizia di Stoccolma, dalla vita sentimentale e familiare estremamente travagliata: delle sue dipendenze da psicofarmaci, le è rimasta una fobia nei confronti dei batteri, della sporcizia, che la costringe a lavarsi ossessivamente, a non toccare nulla senza essersi disinfettata, a cambiarsi la biancheria, a non avere contatti fisici, vivendo quindi una vita sociale  inesistente. Oltre alla passione per il suo lavoro, pensa con nostalgia al mentalista, Vincent Walder, con cui ha vissuto esperienze estreme due anni prima e che le manca, anche se stenta a riconoscerlo. Lui, Vincent, malgrado una vita familiare impegnativa, moglie, tre figli e una carriera che gli dà denaro e grande notorietà, ha un vuoto che solo Mina riusciva a colmare: era scontato che i due tornassero a vedersi e a collaborare. Il pretesto è un nuovo caso che turba la polizia di Stoccolma e l’intera cittadinanza: è stato portato via dall’asilo malgrado l’attenta sorveglianza del personale il piccolo Ossian, cinque anni. Verrà ritrovato morto tre giorni dopo.
 
La Polizia (a capo dell’indagine è la squadra di Julia, appena tornata dalla maternità, con Mina, Adam, il nuovo acquisto, una sorta di psicologo, e poi Ruben, Christer, Peder, ciascuno con la sua storia, con i problemi personali che si manifestano anche sul posto di lavoro), è impegnata giorno e notte, senza tregua. Nessuna traccia del movente né dell’assassino. Si decide di ricorrere con poca convinzione all’aiuto del mentalista, che riflettendo sul caso costruisce ragionamenti molto complessi, simbolici, matematici, affascinanti ma che non convincono del tutto gli investigatori, pragmatici e decisi a concludere l’indagine. Presto però le sue ipotesi si riveleranno molto efficaci. La storia si complica quando entrano nella vicenda la madre di Mina, che lei non vedeva da anni, e la figlia Nathalie, una ragazza che ignorava l’esistenza di sua madre che credeva morta. Una misteriosa setta, Epicura, che si rifà in modo surreale alla filosofia del noto autore classico, sembra essere al centro di questa intricatissima trama, leggere per credere. Appassionante il rapporto assai complesso tra Mina e Vincent, tra Mina e sua madre Ines, tra Mina e il padre di sua figlia, tra Mina e il suo corpo, le sue ossessioni, il suo passato. Brava davvero Camilla Lackberg che grazie all’aiuto del suo co-autore riesce a disegnare una storia che sembra una partita a scacchi, senza perdere mai di vista la razionalità dell’impianto narrativo, ma con molte derive sentimentali e affettive: si parla di genitori e figli, alla fine, e leggendo tutto il libro, fino all’ultima riga, si capiranno le ragioni con cui l’autrice ha tessuto i fili della storia. Traduzione dallo svedese di Laura Cangemi, che credo abbia lavorato con impegno: il libro è stato scritto durante la pandemia, e risente in parte del clima di accerchiamento e delle ossessioni che si respirano nelle sue pagine.
 
Altre sull'argomento
La nipote
La nipote
Bernhard Schlink, Neri Pozza - 2022
I sopravvissuti
I sopravvissuti
Alex Schulman, Mondadori 2022
Angélique
Angélique
Guillaume Musso, La Nave di Teseo - 2022
Sono Francesco
Sono Francesco
Edith Bruck, La Nave di Teseo 2022
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.