Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Dove si nasconde il lupo

Ayelet Gundar-Goshen, Neri Pozza 2022

Ex libris - Elisabetta Bolondi 21/10/2022

 Dove si nasconde il lupo Dove si nasconde il lupo La scrittrice israeliana Ayelet Gundar Goshen intriga il lettore con le sue trame ricche di inquietudine, di insicurezza, di ambiguità che colpiscono nelle storie che racconta. “Dove si nasconde il lupo”, edito da Neri Pozza, pur essendo ambientato in California, nella mitica Silicon Valley, dove la famiglia israeliana protagonista si è trasferita da Tel Aviv da molti anni, non si mostra diverso dai precedenti libri dell’autrice, ambientati in Israele. La voce narrante è quella della quarantenne Lilach, per gli Americani Lila, sposata felicemente ad un ingegnere programmatore che ha fatto una brillante carriera a Palo Alto, Michael Shuster. Il loro unico figlio, Adam, liceale piuttosto chiuso ed appartato, ci viene presentato nell’incipit del romanzo, che condensa il dramma che sta per svolgersi nella loro famiglia: “Il ragazzo morto si chiama Jamal Jones. Nella foto sul giornale ha gli occhi neri come il velluto. Mio figlio si chiama Adam Shuster. Ha gli occhi del colore del mare di Tel Aviv. Dicono che è stato lui ad ucciderlo. Ma non è vero.” Il contenuto del libro è chiaro nelle prime righe: è stato ucciso forse per aver ingerito una droga pesante durante una festa di compagni di scuola il giovane Jamal, nero, proveniente da un quartiere disagiato, la mamma cameriera in un hotel di lusso, il padre non c’è. Si scopre che dietro i suoi occhi di velluto si nascondeva un ragazzo violento nei confronti di Adam, regolarmente da lui bullizzato, derubato, umiliato. Lila si rende conto a sue spese di non sapere quasi nulla di suo figlio, dei suoi problemi, della sua solitudine. Una forma di violento antisemitismo si sta sviluppando nella comunità californiana, dove gli ebrei sono pochi ma attivi e solidali: durante una cerimonia in sinagoga un attentatore americano ha ucciso una ragazza che voleva proteggere la nonna, e questo ha scatenato un’atmosfera molto pesante nella quale tutti si trovano invischiati. Il rapporto tra Lila, suo marito Michael e suo figlio Adam, si complica quando compare un’altra figura maschile: Uri, un veterano che aveva militato nei servizi segreti israeliani insieme allo stesso Michael; l’uomo che è solo, la famiglia è tornata a Tel Aviv, raduna e coinvolge in una sorta di corso di addestramento molto violento un gruppetto di giovani di cui fa parte anche Adam. Diventa per loro un venerato guru, anche se a Lila le sue iniziative appaiono assai discutibili. Quando, in seguito alla morte di Jamal, scritte infamanti appaiono sui muri del liceo contro l’ebreo Adam, l’uomo se ne fa protettore, anzi si inserisce sempre più profondamente nella intimità della famiglia Shuster.  La scrittrice fornisce informazioni ricche di ambiguità: chi sono veramente i personaggi del romanzo? Chi ha ragione? Chi è innocente? Chi colpevole? Era giusto lasciare Israele per gli Stati Uniti? I valori della famiglia sono stati rispettati, o si è complici di vicende difficili da decifrare?  Ayelet Gundar ci accompagna in un itinerario   doloroso alla ricerca della verità, della autenticità dei rapporti, dello smascheramento delle apparenze, servendosi di una lingua che asseconda l’ansia, la paura, la fragilità della protagonista, che dovrà fare i conti con se stessa, le sue scelte, i suoi errori di valutazione, la sua stessa identità di donna ebrea espatriata. Bellissima storia, nel difficile tentativo di trovare il lupo che spesso si nasconde in ciascuno di noi, anche se non sempre sappiamo identificarlo.
 
Altre sull'argomento
La nipote
La nipote
Bernhard Schlink, Neri Pozza - 2022
I sopravvissuti
I sopravvissuti
Alex Schulman, Mondadori 2022
Angélique
Angélique
Guillaume Musso, La Nave di Teseo - 2022
La setta
La setta
Camilla Lackberg e Henrik Fexeus, Marsilio - 2022
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.