Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

In nome della verità

Viveca Sten, Marsilio - 2021

Ex libris - Elisabetta Bolondi 19/11/2021

In nome della verità In nome della verità Viveca Sten è una scrittrice svedese tradotta in molte lingue, è autrice di libri che mescolano abilmente casi giudiziari e vicende umane, rapporti di coppia difficili e problemi sociali tipici dei nostri tempi, ambientando le sue storie nell’ arcipelago di Stoccolma, le cui isole sembrano ai confini del nostro continente: ricchi e potenti svedesi vi passano le vacanze, alla guida di lussuosi yacht, fanno fare scuola di vela ai loro rampolli. In uno di questi campus estivi parte la trama complicata che la scrittrice tesse in questo romanzo duro: il bambino undicenne Benjamin, figlio di genitori separati, timido e introverso, è costretto da suo padre Christian a frequentare per una settimana un corso di vela. La madre molto protettiva vorrebbe assecondare le paure del ragazzo, ma il padre è irremovibile e Benjamin inizia il corso: gli altri ragazzi sono più grandi, due di loro sono veri bulli, ricchi e viziati, e cominciano a torturare il ragazzino sempre più impaurito. L’istruttore che dovrebbe sorvegliare il gruppo di otto, Isak, è un giovane reduce da un grave esaurimento che gli è costato una dolorosa ospedalizzazione: la sua disattenzione avrà gravi conseguenze; un pedofilo si aggira indisturbato nel campo e ha messo gli occhi proprio su Benjamin, una preda ambita per i suoi perversi desideri. Intanto si sta svolgendo un processo che vede sul banco degli imputati un uomo d’ affari, Niklas Winnerman, socio del padre di Benjamin, e il procuratore Nora Linde conta proprio sulla testimonianza di Christian per inchiodare il colpevole alle sue gravi responsabilità penali.
 
C’è molto di più in questo romanzo che pone al lettore una serie di quesiti etici: ci sono  rapporti d’amicizia traditi, genitori distratti, altri oppressivi  e violenti, coppie in crisi, solitudini dolorose; il rapporto con il lavoro troppo impegnativo, a scapito della famiglia e dei figli, viene analizzato attraverso le storie dei personaggi che Viveca Sten costruisce con sensibilità e accuratezza ; nella seconda parte del libro gli avvenimenti si fanno incalzanti e altamente drammatici coinvolgendo  tutti : si corre contro il tempo, poche ore, per mettere in salvo chi rischia una fine dolorosa. Il poliziotto Thomas Andreasson, già protagonista di un precedente romanzo di Sten, come la procuratrice Nora Linde, tengono i fili della storia, che vede il passaggio di mano di milioni di corone, truffe immobiliari, facoltosi imprenditori ridotti alla fame dalla ludopatia, pieni di alcol e di disperazione, mentre i loro figli assistono inermi alla distruzione delle vite dei genitori. Un romanzo implacabile, ambientato nell’isola di Sandhamn, che sembrerebbe un eden, mentre nasconde piaghe velenose e viene mostrato come una metafora di come anche nelle cosiddette società democratiche del Nord Europa si nascondano in realtà drammi, dipendenze, incomprensioni, scarsa sensibilità psicologica, corruzione. La Sten si dimostra maestra nella contaminazione dei generi: thriller, romanzo psicologico, tema giudiziario, problemi etici convivono nel libro che si legge con grande interesse.
Altre sull'argomento
Icaro, Il volo su Roma
Icaro, Il volo su Roma
Giovanni Grasso, Rizzoli - 2021
La promessa
La promessa
Damon Calgut, E/O - 2021
Il codice dell'illusionista
Il codice dell'illusionista
Camilla Lackberg e Henrik Fexeus, Marsilio - 2021
Marx e i miei mariti
Marx e i miei mariti
Lourdes De Armas, Pessime idee, Roma 2021
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.