Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

La sconosciuta della Senna

Guillaume Musso, La Nave di Teseo 2021

Ex libris - Elisabetta Bolondi 12/11/2021

 La sconosciuta della Senna La sconosciuta della Senna Tutti i romanzi di Guillaume Musso aiutano a percorrere Parigi   in tutti i suoi quartieri centrali. Ne “La sconosciuta della Senna”, lo scrittore così abile nel raccontare storie dentro le storie, in un labirinto di personaggi la cui identità è spesso sfuggente, parte da un cadavere femminile, nudo, con solo un prezioso orologio al polso, ritrovato dalla polizia che perlustra la Senna. Difficile identificare la giovane donna, e da qui parte l’indagine che la poliziotta Roxane, allontanata dal servizio per ragioni disciplinari, porterà avanti da sola, con successo, malgrado si muova all’insaputa o contro i suoi stessi superiori. Il poliziotto anziano che aveva preceduto Roxane, il commissario Marc Batailley, aveva subito uno strano incidente ed ora giaceva in coma all’ospedale. Il suo unico erede, il figlio, noto scrittore, si era reso irreperibile. Mentre fervono le ricerche per scoprire chi fosse la donna annegata nella Senna, nelle sue indagini parallele Roxane ritrova l’antiquario che conosceva l’orologio misterioso: apparteneva a Milena Bergman, una celebre concertista, pianista schubertiana, notissima nel mondo, soprattutto in Asia: peccato però che Milena era deceduta in un tragico incidente aereo tornando da un concerto a Buenos Ayres un anno prima. Inutile raccontare la trama intricatissima, i misteri che si accavallano e si sovrappongono, mettendo a dura prova le capacità investigative di Roxane e dei suoi superiori della squadra incaricata dell’indagine. Chi è Milena Bergman? Chi è la donna ritrovata nel fiume? Che cosa si nasconde dietro a questa storia ambigua? Che ruolo ha Raphael Batailley, compagno segreto di Milena, ed ora spaventato dalla grave condizione di suo padre e dalla incredibile apparizione della sua donna morta da oltre un anno? Il fascinoso e notissimo Raphael vive in una casa museo, The Glass House, in Rue d’Assas, costruita anni prima da un architetto americano: da ogni lato si può guardare nell’interno, ma la casa sarà anche una pericolosa trappola, nello svolgimento della storia. Musso è intelligente e colto, infatti nelle pagine incalzanti del libro trovano posto citazioni interessanti: dietro il prezioso orologio c’è una dedica, “You are at once both the quiet and the confusion of my heart” , tratta da una lettera di Franz Kafka a Felice Bauer; poi c’è L’Ofelia di Arthur Hughes, a cui viene paragonata la ragazza trovata nella Senna; nella casa di vetro ci sono opere d’arte famose,  tra cui una enorme  scultura di Hans Hartung.  C’è tanta musica classica, tante esecuzioni di brani celebri, molto teatro, e un esergo di Philip Dick, “La realtà è ciò che rifiuta di scomparire quando si smette di crederci”. Davvero abile Guillaume Musso a trascinarci dentro questa storia parigina tanto irreale quanto poi chiara nella sua conclusione: il capitano Roxane Montchrestien ci accompagna nei meandri di una storia complessa  e si fa amare dai lettori per la sua determinazione e il suo coraggio.
Altre sull'argomento
Icaro, Il volo su Roma
Icaro, Il volo su Roma
Giovanni Grasso, Rizzoli - 2021
La promessa
La promessa
Damon Calgut, E/O - 2021
Il codice dell'illusionista
Il codice dell'illusionista
Camilla Lackberg e Henrik Fexeus, Marsilio - 2021
Marx e i miei mariti
Marx e i miei mariti
Lourdes De Armas, Pessime idee, Roma 2021
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.