Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Cercando Beethoven

Saverio Simonelli, Fazi - 2020

Ex libris - Elisabetta Bolondi 18/12/2020

Cercando Beethoven Cercando Beethoven Sono 250 anni dalla nascita di Beethoven. Il romanzo di Saverio Simonelli, “Cercando Beethoven” comincia nel sobborgo viennese di Heiligenstadt, nel 1808: la voce narrante del libro, Wilhelm Werner, un ventenne romantico, appassionato, protagonista di una stagione culturale che ebbe nello Sturm und Drang il suo punto di massimo risalto, si mette sulle tracce del grande Maestro. Siamo a Vienna, la capitale della musica, che ha appena vissuto la gloria di Mozart, e ora vede in Ludwig Van Beethoven un altro genio che si appresta a celebrare la capitale dell’impero asburgico come centro della cultura e della musica europea. Il fratello di Wil, Kaspar, è un medico che lavora a Jena, e da lì porta lo spirito innovatore del gruppo di Jena, che vede nella rivista Athenaum e nel poeta Novalis il suo massimo esponente. Il romanzo è intricato, pieno di personaggi, di eventi storici, sullo sfondo la guerra imminente che porterà Napoleone Bonaparte ad invadere l’impero asburgico. Wilhelm e il suo amico Andreas, un promettente pianista, inseguono il grande Beethoven, cercano di carpirne i segreti, addirittura penetrano nella casa di villeggiatura dove soggiorna presso la famiglia di Franz Grillparzer, lo scrittore austriaco a cui sarà poi dato il compito di pronunciare l’orazione funebre per Beethoven, per cercare carte segrete che rivelino il segreto profondo della sua straordinaria ispirazione. Wil conosce una ragazza che suona insieme ad Andreas, Queenia: con lei comincerà una relazione che sfocerà più avanti in una passione amorosa, caldeggiata dallo stesso Beethoven, che vede nella giovane donna un talento musicale spontaneo e potente.
 
Al di là della storia romanzesca, quel che affascina il lettore di questo libro è il ritratto inedito dell’autore delle opere immortali. Era un uomo trasandato nel vestire, alieno da ogni formalismo o etichetta, obbligatorie nell’ambiente aristocratico dove la sua presenza era ricercata e preziosa. Tuttavia l’uomo che viveva per la musica, che diceva di sé “Tutto quello che faccio, a parte la musica, è stupido e mal fatto”, che da vivo era già un monumento, è capace di gesti affettuosi e disinteressati: va a suonare per una amica, recente vedova, per portarle conforto. Si lega a Wilhelm e alla sua giovane compagna Queenia, e loda le attitudini di lei, che si esibisce in un repertorio di canti popolari inglesi. Riceve gli amici in casa sua offrendo uno spettacolo di disordine, di carte sparse ovunque, addirittura in un angolo c’è un vaso da notte. Un clarinetto prezioso, un violino, il pianoforte di Beethoven, piccoli oggetti artigianali prodotti nella  bottega di Heinz Strolz, incastonati con pietre preziose, le carte del Mercante in Fiera, una misteriosa piramide, magia, esoterismo, follia, fantasmi: il libro di Saverio Simonelli è un caleidoscopio nel quale è possibile vedere insieme Mozart e Beethoven, ascoltare il Flauto Magico e il Settimino, L’Eroica e Jupiter, aspettare l’arrivo terribile di Bonaparte ammirato e odiato, passeggiare lungo i paesaggi immortalati dai pittori romantici, ascoltare la musica alta e popolare in tutti i teatri e i salotti dove si esibiscono geni e musicisti in cerca di fama. Principesse che vivono nei palazzi gentilizi, pieni di stucchi e di mobili preziosi, gente del popolo che si raduna in osteria, e sullo sfondo una bella storia di amicizia tradita e di amore conquistato.
 
L’autore mescola realtà e fantasia, storia pubblica e vicende personali, ma la personalità del Maestro resta al centro della nostra percezione di questo uomo grande, non troppo conosciuto nel suo privato, sofferente per il grave disturbo uditivo, ma dotato di un talento geniale, di una sensibilità unica, di una personalità magnetica, di un linguaggio raffinato che lo portava a tradurre sullo spartito e sulla tastiera con facilità la sua acuta percezione del reale. Un bel modo di ricordare e celebrare un genio, questo interessante romanzo, non solo per musicofili.
Altre sull'argomento
L'apprendista
L'apprendista
Barbara Shapiro, Neri Pozza - 2020
Caesar
Caesar
Antonella Prenner, Rizzoli - 2020
A riveder le stelle
A riveder le stelle
Aldo Cazzullo, Mondadori 2020
Borgo Sud
Borgo Sud
Donatella Di Pietrantonio, Einaudi 2020
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.