Versione stampabile Riduci dimensione testo Aumenta dimensione testo

Un giorno di festa

Enrico Pandani, Rizzoli 2017

Ex libris - Elisabetta Bolondi 10/11/2017

Un giorno di festa Un giorno di festa La squadra di poliziotti della brigata criminale parigina, soprannominati  Les Italiens, a capo dei quali c’è Pierre Mordenti, appunto di origine italiana,  sono i protagonisti di   una serie di romanzi polizieschi di un autore italiano, il torinese Enrico Pandiani: gli altri poliziotti, dai cognomi inequivocabili, sono Cofferati, Coccioni, Rogliatti, Santoni, Servandoni, Martini……. Sono tutti parigini, ognuno con il suo carattere  e le storie che li vedono protagonisti sono ricostruzioni dettagliate di eventi criminali che si svolgono ai nostri giorni  tra Parigi, come in questo caso, e Royan,  presso Bordeaux. Proprio da lì comincia questo romanzo molto movimentato, pieno di morti violente, a partire da quella di Fred Céline, un motociclista della polizia che in compagnia della sua donna, la poliziotta Leila Santoni, una degli Italiens, sta guidando tranquillamente una Renault, sulla costa occidentale, verso l’Oceano Atlantico, quando viene improvvisamente centrato da un colpo di fucile che oltre ad ucciderlo fa rotolare in un  l’auto in una scarpata e Leila riesce ad uscire miracolosamente indenne dalle lamiere, dopo aver ascoltato le ultime parole del suo uomo, Hélène…….Leila fugge , anche se gli assassini hanno raggiunto la macchina decisi ad uccidere anche lei. L’esperienza in polizia la spinge a cercare un rifugio segreto, che solo lei conosce per averci trascorso l’infanzia;  il suo capo, Pierre Mordenti, riesce a raggiungerla. Lui ha da poco instaurato un rapporto affettivo molto passionale con Tristane, una bella donna, madre del piccolo Benjamin, ma soprattutto figlia di Le Normand, il grande capo, il severo  patron di Pierre e responsabile della squadra. La vicenda si colora presto di tinte forti, perché compaiono i servizi segreti, l’estremismo di destra, il terrorismo, il pericolo di un attentato di matrice islamica, il terrore che la Festa del 14 luglio, ormai imminente,  sia funestata da una strage analoga a quella del Bataclan: un grosso quantitativo di esplosivo, annunciano i Servizi , è riuscito a giungere in Francia dal Belgio  senza che sia stato possibile intercettarlo. Perché è stato ucciso Fred? Stava indagando, all’insaputa della stessa Leila, su una pista nella quale era coinvolta anche la misteriosa Hèlène, che presto si scoprirà avere diverse identità.  Un caso di grande complessità, tutto teso a sventare un pericolo ormai troppo  vicino, che Pierre Mordenti e la sua squadra sono decisi a scoprire per evitare un nuovo disastro, che coinvolgerebbe migliaia di cittadini innocenti. Una corsa contro il tempo, mitragliatori e giubbotti antiproiettili, esplosioni, pericolose trasferte  in elicottero, gommoni che sfrecciano  veloci  sotto i ponti parigini pieni di gente festante……Atmosfera di grande attualità, a cui ci siamo tristemente abituati,  ricostruita dallo scrittore  con precisione, come se davvero Parigi fosse la sua città, descritta nei minimi dettagli. Mentre i personaggi, da Moet, una  fascinosa artista transessuale, al piccolo Benjamin, sono ben disegnati i e del tutto credibili. Romanzo incalzante, divertente, ben costruito e ben scritto. Consigliato agli amanti del commissario  Maigret, stessa location, il Quai des Orfèvres, anche se i personaggi vivono storie ben più drammatiche.
Altre sull'argomento
L'etÓ d'oro
L'etÓ d'oro
Joan London, E/O Edizioni, 2017
Il corpo
Il corpo
Giorgio Montefoschi, Mondadori 2017
Felici tutti i giorni
Felici tutti i giorni
Laurie Colwin, SUR 2017
La ragazza sbagliata
La ragazza sbagliata
Giampaolo Simi, Sellerio, 2017
Pubblica un commento
Per inserire un nuovo commento: Scrivi il commento e premi sul pulsante "INVIA".
Dopo l'approvazione, il messaggio sarà reso visibile all'interno del sito.